Droni, fototrappole e agenti in borghese: a Toritto pugno di ferro contro l'abbandono di rifiuti. Scattano le multe

"Il fenomeno è stato particolarmente monitorato dall'estate - spiega il comandante della polizia locale, Miriana Carparelli". E l'attenzione è concentrata anche sui padroni che non ripuliscono le deiezioni canine per strada

Uno degli incivili beccati

È lotta a tutto campo agli incivili a Toritto. Rifiuti abbandonati per strada e nel verde, padroni che non raccolgono le deiezioni canine, utenti che non riciclano bene con la differenziata del porta a porta: nel comune barese è partita dall'estate una campagna di sensibilizzazione, anche attraverso le sanzioni, al rispetto dell'ambiente e del decoro pubblico.

La tecnologia al servizio delle forze dell'ordine

Senza dimenticare l'apporto delle moderne tecnologie per beccare gli incivili sul nascere. La polizia locale di Toritto ha infatti messo in campo droni e fototrappole per monitorare la situazione nelle aree più periferiche. E le infrazioni non mancano, come mostra il video diffuso dall'amministrazione comunale.

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

"Dall'estate sono una trentina le sanzioni comminate per errato conferimento e abbandono di rifiuti - spiega il comandante della polizia locale di Toritto, Miriana Carparelli - Non poche in un comune che conta circa 8mila abitanti". Un'azione resa possibile anche grazie all'aiuto della Città metropolitana, che ha donato a Toritto e altri comuni del Barese i dispositivi fotografici mobili per stanare - e, si spera, così scoraggiare - coloro che abbandonano sacchetti della spazzatura e rifiuti ingombranti sui marciapiedi, dove si formano tante piccole discariche. Sul tema è intervenuto sui social anche il sindaco di Toritto, Pasquale Regina, pubblicando il video delle riprese con i droni e le fototrappole, con un messaggio rivolto ai suoi concittadini:

Non avrei mai voluto pubblicare questo video; non sono contento di farlo. Lo faccio con amarezza perché non mi capacito che si possa essere tanto stupidi da distruggere il territorio in cui tutti viviamo, compresi i figli o le persone più care di coloro che sporcano la loro stessa terra. Nel video ci sono solo una minima parte degli accertamenti fatti dal comando di Polizia Locale. Sembrerà banale ma è da cretini deturpare il territorio in cui viviamo. Mi auguro sinceramente che questo sia il primo ed ultimo video che l’amministrazione pubblica sull’abbandono dei rifiuti.

"Serve prevenire, non reprimere".

"La nostra volontà però non è quella di reprimere - aggiunge Carparelli - ma di prevenire, anche attraverso l'educazione della cittadinanza". Ecco perché gli agenti di polizia locale, ma anche lo stesso comandante, sono spesso in giro per insegnare al cittadino come evitare l'illecito e la multa conseguente. Altro problema che l'amministrazione sta cercando di risolvere è quello delle deiezioni canine lasciate per strada dai padroni. "Ci sono agenti in borghese che controllano che chi è in compagnia di cani abbia con sé la bustina per raccogliere le deiezioni - conclude il comandante - Fortunatamente finora non c'è stato bisogno di multare nessuno. Ma terremo gli occhi aperti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ha un malore alla guida e finisce contro un'auto: incidente mortale a Poggiofranco

  • Blitz a Bari, raffica di arresti nel clan Parisi-Palermiti-Milella: smantellati arsenale da guerra e traffico di droga

  • Colpo al clan Parisi-Palermiti-Milella: i nomi degli arrestati nel blitz dei carabinieri a Bari

  • Capodanno a Bari con lo show in piazza Libertà: anche quest'anno il concerto in diretta su Canale 5

  • Alla guida senza patente e con addosso eroina, non si ferma all'alt della polizia: inseguimento da film in Tangenziale

  • Da Bari vasta operazione antimafia: scacco matto a due pericolosi gruppi criminali nigeriani, decine di arresti

Torna su
BariToday è in caricamento