menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mungivacca, dalla discarica abusiva al rogo: dei rifiuti abbandonati resta solo cenere

Solo pochi giorni fa la segnalazione dei Rangers d'Italia Puglia dalla zona di Mungivacca. Ieri il nuovo sopralluogo e la scoperta: i materiali accumulati sul terreno sono stati puntualmente incendiati

La discarica abusiva, su un terreno incolto lungo la statale 100, nei pressi del Maab a Mungivacca, era stata puntualmente segnalata qualche giorno fa. Altrettanto puntualmente, però, quei rifiuti - tra cui pneumatici e materiale plastico - nelle scorse ore sono stati incendiati e distrutti, come rilevato in un nuovo sopralluogo dei Rangers Puglia, già autori della prima segnalazione.

Lì dove c'erano cataste di rifiuti, dunque, non resta che cenere. L'ennesimo episodio che conferma, come già più volte constatato in passato, quanto l'abbandono dei rifiuti, in quella zona come in altre, sia qualcosa di sistematico e organizzato, che si conclude appunto con i roghi quale mezzo 'finale' per lo smaltimento illecito degli scarti. Un fenomeno che interessa la zona del Maab come molte altre in città, dalle camagne del IV Municipio a Sant'Anna e Japigia, e che sembra continuare senza battute d'arresto, nonostante gli annunci di fototrappole e maggiori controlli.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccini Covid, Lopalco: "Con limiti ad Astrazeneca dosi non utilizzabili per soggetti fragili, ecco perché somministrazioni ad altre categorie"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento