Box delle case popolari di Mungivacca chiusi dal 2004 e mai assegnati, il M5S: "Ridotti a discarica"

La consigliera regionale Laricchia e quella municipale Simone chiedono ad Arca di velocizzare il cronoprogramma per gli interventi di riqualificazione: "Aree ridotte a ritrovo per gente non della zona"

“Nonostante le rassicurazioni dell’Arca Puglia che ci aveva garantito l’agibilità dei box degli alloggi popolari di Mungivacca entro il 31 luglio, niente è cambiato rispetto allo scorso anno e i lavori non risultano neppure essere stati avviati”. A dichiararlo la consigliera regionale del M5S, Antonella Laricchia e la consigliera pentastellata del Municipio II, Alessandra Simone sulla questione dei box di pertinenza delle case popolari Arca di Mungivacca. Le strutture sono state realizzate in seguito al contratto di riqualificazione del 2004 e ad oggi risultano non assegnate e quindi chiuse ai residenti. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A marzo scorso era stato effettuato un sopralluogo da parte dei tecnici di Arpa Puglia aveva ravvisato attuali le condizioni dei box e dell'autorimessa, nonché degli impianti, dell'illuminazione e degli ascensori, disponendo un progetto di riqualificazione dei locali: "Il cronoprogramma inviatoci stabiliva - spiegano le consigliere Laricchia e Simone - entro il 30 giugno 2018 il completamento delle procedure per l’assegnazione dei 23 box agli inquilini degli alloggi popolari ed entro il 31 luglio 2018 l’ultimazione dei lavori per il ripristino delle condizioni di agibilità dei locali; entro il termine del 30 settembre 2018  era stata fissata invece la proposta di acquisto dei restanti 17 box in favore di coloro che hanno riscattato gli alloggi e la stipula dei contratti di locazione. Abbiamo chiesto chiarimenti perchè vogliamo conoscere i motivi per i quali non si è rispettato il cronoprogramma e chiederne, a questo punto, uno nuovo, visto che sarà impossibile poter usufruire dei box da ottobre. I residenti di Mungivacca - concludono - che attendono da più di 10 anni l’assegnazione dei locali o la loro eventuale acquisizione, si sentono ancora una volta abbandonati e temono che la rimessa diventi nuovamente un luogo di ritrovo per ignoti e di abbandono di rifiuti”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, in Puglia undici nuovi casi: cinque contagi registrati nel Barese, i pazienti positivi salgono a 170

  • Coronavirus, la Puglia registra 23 nuovi casi. Tre positivi nel Barese: "Due già in isolamento, un altro paziente arrivato da fuori regione"

  • Sei turisti del Lussemburgo in vacanza a Monopoli positivi al covid: il test prima di partire per la Puglia

  • Come eliminare il grasso in eccesso? Gli specialisti di Bari usano... il freddo!

  • Sette nuovi casi di Coronavirus in Puglia (su oltre 2200 test): tre sono in provincia di Bari

  • Calci e pugni ai poliziotti nel reparto di ortopedia del Policlinico: arrestato 49enne a Bari

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento