menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rinnovo abbonamenti over 65 Amtab, caos a Poggiofranco: anziani tra code e disservizi

Animi accesi, questa mattina, nella sede del Municipio II in Stradella del Caffè: confusione e intervento dei vigili. Il direttore degli uffici: "Personale numericamente insufficiente"

Caos, code e tanti anziani arrabbiati e disorientati: è la cronaca di una mattinata movimentata vissuta nella sede del Municipio 2, a Poggiofranco. A scatenare i disguidi la 'corsa' al rinnovo degli abbonamenti gratuiti per gli over 65, obbligati a presentarsi negli uffici delle ex circoscrizioni per 'marcare' la tessera, fortunatamente non più mensile ma annuale. Nonostante la novità 2016, due giorni fa e questa mattina si sono viste scene di confusione. Mercoledì, infatti, circa 200 persone erano già in coda dopo le otto, rendendo difficili le operazioni: dopo aver 'servito' circa 50 persone, agli altri, in base all'ordine d'arrivo, sono stati consegnati numeri scritti con un pennarello su un fogliettino poi timbrato e vidimato dall'ufficio, in modo da ripresentarsi oggi per riprendere la coda in modo ordinato e corretto. Questa mattina, invece, il caos: ai cittadini già in attesa mercoledì se ne sono aggiunti altri ignari delle disposizioni in corso.

La ressa generale è stata placata anche con l'apertura della sala consiliare per evitare un assembramento all'ingresso. A calmare gli animi ci ha pensato anche una pattuglia dei vigili intervenuta sul posto. Il tocco di 'artigianalità' alle operazioni è stata anche la mancanza di un computer per espletare le pratiche: "La normalità - spiega il direttore del Municipio 2, Umberto Ravallese - la potremo raggiungere, forse, tra due settimane. I nostri uffici sono aperti solo 3 giorni alla settimana (lunedì, mercoledì e venerdì, ndr). Questi compiti non rientrano tra quelli che ci spettano, seppur sia giusto non far viaggiare i cittadini per i rinnovi. Il problema è che abbiamo dovuto sottrarre del personale alla nostra struttura e ciò non è possibile".

Gli anziani in attesa erano piuttosto esasperati: "Non è giusto - racconta una donna - dover camminare fin qui per poi non riuscire a risolvere il problema. Non ci sono mezzi sufficienti". "E' vergognoso - tuona invece un altro pensionato - basterebbe organizzarsi un po' per evitare questi disagi". La situazione è andata migliorando col passare delle ore ma nelle settimane successife potrebbero esserci altri disagi: da oggi, infatti, è possibile iscriversi per il servizio di trasporto scolastico, andando direttamente nei Municipi. Code sempre più lunghe, dunque, per uffici decentrati dove scarseggia il personale in maniera cronica.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Lolita Lobosco, Bari in tv è bellissima ma sui social piovono critiche:"Quell'accento una forzatura, noi non parliamo così"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento