Scritte con lo spray blu sul palazzo vescovile di Giovinazzo. Il sindaco: "Indegno gesto da mocciosi"

L'episodio ricalca, seppur con motivazioni diverse, quello avvenuto qualche giorno fa sulle cattedrale di Trani dove una ragazza ha voluto lasciare una 'lurida' dichiarazione d'amore verso il fidanzato

Foto Fb Tommaso Depalma

'Giovinazzo weed', 'la porcheria' e 'Mom': tre scritte in blu, con lo spray, a imbrattare il palazzo vescovile di Giovinazzo. L'opera è stata realizzata da ignoti ma la scoperta è avvenuta solo questa mattina, come spiegato il sindaco della cittadina barese, Tommaso Depalma. Il gesto ricalca, seppur con motivazioni diverse, quello avvenuto qualche giorno fa sulle cattedrale di Trani dove una ragazza ha voluto lasciare una 'lurida' dichiarazione d'amore verso il fidanzato, imbrattando la storica cattedrale con la vernice rossa.

"Aspetterò che la rabbia sbollisca e la ragione prevalga per dire fino in fondo la nostra sull'infamia della vernice spray sulle nostre pietre millenarie - ha commentato su Facebook il sindaco di Giovinazzo -  Una cosa indegna. Di certo non lasceremo che la stupidità di qualche ragazzo moccioso e annoiato possa rovinare la bellezza della nostra città". 

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dagli spostamenti tra regioni ai cenoni (vietati), il nuovo Dpcm e le misure al vaglio per Natale

  • Asfalto viscido per la pioggia, auto si ribalta e finisce fuori strada: muore 19enne

  • Folle inseguimento a 120 km/h per le strade di Carbonara: arrestato pregiudicato 33enne

  • Tragico incidente sulla statale 16 a Bari: impatto tra auto e camion, muore donna

  • Calano le occupazioni delle terapie intensive covid in Puglia: migliora anche il trend dei contagi sui tamponi eseguiti

  • Spostamenti ingiustificati fuori Comune, cibi e bevande consumati nei pressi di bar e locali: controlli anticovid e multe nel Barese 

Torna su
BariToday è in caricamento