Nasconde una pistola in casa, arrestato 33enne: l'arma occultata nel pozzo in giardino

Un uomo di Locorotondo è finito in carcere dopo essere stato scoperto dai carabinieri a Cisternino: l'arma era completa di caricatore con tre cartucce

Nascondeva in casa una pistola detenuta illegalmente: scoperto dai carabinieri è finito in manette, a Cisternino, un 33enne di Locotorondo, L. R., accusato di detenzione illegale di arma da sparo e di armi clandestine.

A seguito di controlli nella sua abitazione, svolti con l'ausilio dei militari del Nucleo Cinofili di Modugno, l’uomo è stato trovato in possesso di una pistola semiautomatica calibro 7,65 marca “Crvena Zastava mod.70”, di fabbricazione jugoslava, con relativo caricatore contenente tre cartucce. L'arma, sequestrata, era nascosta all’interno del pozzo nero realizzato nel giardino della casa.

L’arrestato, al termine delle formalità di rito, è stato condotto in carcere a Bari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz a Bari, raffica di arresti nel clan Parisi-Palermiti-Milella: smantellati arsenale da guerra e traffico di droga

  • Colpo al clan Parisi-Palermiti-Milella: i nomi degli arrestati nel blitz dei carabinieri a Bari

  • Capodanno a Bari con lo show in piazza Libertà: anche quest'anno il concerto in diretta su Canale 5

  • Alla guida senza patente e con addosso eroina, non si ferma all'alt della polizia: inseguimento da film in Tangenziale

  • L'arsenale dei Parisi-Palermiti-Milella in un anonimo appartamento di Japigia. Chili di cocaina pronti per i clan di tutta la città

  • Irrompono negli uffici della polizia Locale di Capurso: comandante preso a pugni in faccia e minacciato di morte

Torna su
BariToday è in caricamento