Cronaca

Docenti contro la Buona scuola, la protesta dei 'Nastrini rossi': "Non trasferiteci al Nord":

Sit-in in piazza Cesare Battisti in occasione della visita del ministro dell'Istruzione, Stefania Giannini, alla quale hanno consegnato una lettera: "Qui da noi mancano tanti docenti specializzati in particolare nel sostegno"

In occasione della visita del ministro dell'Istruzione, Stefania Giannini, al nuovo Student Center dell'Università di Bari, una delegazione dei 'Nastrini Rossi', il coordinamento dei docenti di ruolo costretti a trasferirsi al Centro-Nord a causa delle nuove regole della riforma della 'Buona Scuola', ha manifestato, in piazza Cesare Battisti, consegnando una lettera all'esponente di Governo: "Siamo diventati precari nella vita - afferma Francesca Marsico, portavoce del gruppo - portandoci in scuole lontane dalla nostra vita e dalla nostra famiglia. Abbiamo una lunga esperienza nelle scuole del nostro territorio. Siamo qui per dire al ministro che è inutile svuotare il Sud di docenti e professionisti per andare a occupare cattedre atavicamente vuote al Nord. Qui da noi mancano tanti docenti specializzati in particolare nel sostegno. In Italia l'insegnamento non viene valorizzato come professione".

La mobilitazione, cominciata lo scorso 9 giugno, ha coinvolto circa 3200 docenti. A luglio scorso, la Regione, con una mozione in Consiglio, ha messo a disposizione la riapertura delle cattedre in Puglia: "Siamo riusciti ad avee un contingente di posti molto oltre rispetto ai doventi 'deportati', ovvero oltre 4mila posti" aggiunge Marsico e ciò ha consentito, almeno provvisoriamente, di arginare il problema, almeno per quest'anno. "Un valore aggiunto", spiegano i 'Nastrini rossi', la collaborazione della Regione e dell'Ufficio scolastico regionale, ma non basta, poiché nel prossimo anno scolastico la questione si ripresenterà se non vi saranno soluzioni definitive.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Docenti contro la Buona scuola, la protesta dei 'Nastrini rossi': "Non trasferiteci al Nord":

BariToday è in caricamento