Mercoledì, 28 Luglio 2021
Cronaca

Natale a Bari, un mese di eventi e iniziative per l'inclusione sociale

Parte la seconda edizione dell'iniziativa che si concluderà il 6 gennaio promossa dall'assessorato al Welfare: eventi, feste, ma anche attività creative in tutti i quartieri della città che coinvolgeranno tutti gli operatori nel sociale

"Natale a Bari, crea, racconta, partecipa”: con questo titolo si apre  quest'anno l'iniziativa promossa dal Comune di Bari per un Natale volto alla condivisione e alla partecipazione. A partire dal 6 dicembre per trenta giorni si svilupperanno in tutta Bari feste, spettacoli e laboratori dedicati ai bambini, agli adolescenti e alle famiglie. L'attenzione è rivolta alle fasce più deboli e a tutti i baresi, le attività si svolgeranno infatti in ogni quartiere di Bari, anche nei più periferici, da Palese a Torre a Mare, da San Pio a Carbonara, ma anche Murat, Poggiofranco. La direzione artistica del progetto è affidata alla fondazione Giovanni Paolo II Onlus che ha operato con la collaborazione dei centri di ascolto e dei centri per i minori.

“Tutti questi eventi sono a costo zero - spiega l'assessore al Welfare, Ludovico Abbaticchio -  Siamo riusciti ad organizzare i finanziamenti già esistenti. A Natale diventa forse un po' più evidente quello che la città fa sempre durante l'anno”. “Lo scopo per quest'anno è di raddoppiare le presenze che l'anno scorso erano state di circa 5mila persone - ha continuato Francesca Bottalico coordinatrice dell'iniziativa - Le attività coinvolgeranno direttamente tutti i centri per famiglie e i privati che lavorano nel campo del sociale. Si svolgeranno dal lunedì alla domenica in modo da permettere l'inclusione di tutti. Oltre agli eventi ci saranno inoltre due ludobus che gireranno per la città, delle vere e proprie ludoteche viaggianti". 

Gli eventi divisi in tre aree  - crea, partecipa e racconta -  saranno orientati alla realizzazione di laboratori di creatività, artigianato e gastronomia. Molta attenzione sarà inoltre posta al racconto e ad internet: oltre al sito www.nataleabari.it ,dove è possibile recuperare tutto l'elenco delle attività, attraverso una pagina facebook e twitter ufficiale degli eventi e la rete fatta dalle pagine delle singole associazioni sarà possibile prendere parte al racconto degli eventi. La sezione "Partecipa" prevede invece i momenti di intrattenimento e festa che sfoceranno nei due principali eventi del 20 dicembre presso Showville e del 5 gennaio al Nuovo Teatro Abeliano.

“Questa manifestazione è un'iniezione di serenità, in un Natale che sarà duro, ma ci sarà - ha spiegato il sindaco di Bari, Michele Emiliano - Oggi abbiamo la certezza che tutti i cittadini sono seguiti dalle associazioni, che non risolvono i problemi del tutto, ma aiutano.  Nonostante i tagli si è riuscito a fare molto, ma si sarebbe potuto fare di più, a dispetto delle classifiche delle città che premiano chi affida il welfare ai privati. In questi anni abbiamo sviluppato una presenza capillare nella città di Bari e non solo con le infrastrutture, ma anche con la presenza fisica dei 9 centri polifunzionali che si occupano ciascuno di circa 600 bambini, stancandoli con lo studio, il gioco, le attività e quant'altro e sottraendoli a chi crede che l'attività camorristica sia una speranza per loro”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Natale a Bari, un mese di eventi e iniziative per l'inclusione sociale

BariToday è in caricamento