menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto Antonio Decaro Fb

Foto Antonio Decaro Fb

Nuova riunione operativa sulla nave turca in Capitaneria: "Priorità svuotare i serbatoi del carburante"

Secondo briefing della giornata dopo quello della mattinata: vi hanno preso parte anche i rappresentanti della società di recupero e salvamento incaricata dall'armatore del mercantile arenatosi a Pane e Pomodoro

La priorità è la rimozione delle 30 tonnellate di gasolio contenute nei serbatoi, quindi si procederà allo sblocco del rimorchio e quindi, quando saranno completi i piani di recupero, al traino della nave Efe Murat, da quasi due giorni incagliata sui frangiflutti di fronte alla spiaggia di Pane e Pomodoro a Bari: è quanto emerso dall'incontro operativo effettuato questo pomeriggio in Capitaneria di Porto a cui hanno partecipato Direzione Marittima, Prefettura, Protezione Civile regionale, VVF, RINA, Arpa, Comune, la Protezione Civile Nazionale e il comando generale della Guardia Costiera.

La nave dall'alto: il sorvolo sul mercantile turco Efe Murat

Al briefing ha partecipato anche la società di recupero e salvamento incaricata dall'armatore turco del mercantile: "Tutte le istituzioni hanno chiesto di attivare immediatamente ogni dispositivo di sicurezza per svuotare la cassa carburante della nave e proteggere la costa - ha spiegato il sindaco Antonio Decaro, che ha reso parte alla riunione operativa - . Intervento assolutamente prioritario rispetto al rimorchio, che avverrà subito dopo. I rappresentanti dell'armatore hanno aderito. Domani, alle prime ore del mattino sarà fatto un sopralluogo per definire, tecnicamente, le modalità migliori di svuotamento".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento