Neonata muore per infezione al Policlinico di Bari: sapone contaminato in ospedale, indaga la Procura

Avviata un'inchiesta dopo la denuncia presentata dallo stesso Policlinico. La piccola è deceduta a inizio febbraio per un'infezione da Serratia: alcuni giorni dopo la ditta fornitrice del sapone utilizzato dai medici ha comunicato il blocco dei lotti per la possibile presenza dello stesso batterio

Morta al Policlinico di Bari per una infezione da Serratia, lo stesso batterio risultato presente in un sapone utilizzato da medici e infermieri. Come riporta l'Ansa, la Procura di Bari ha aperto un'inchiesta sulla morte di una neonata prematura avvenuta a inizio febbraio. A far partire l'indagine è stata la denuncia presentata dallo stesso ospedale, che solo dopo il decesso della piccola è stato avvertito dalla ditta fornitrice del blocco di alcuni lotti di sapone per la possibile contaminazione da Serratia.

Secondo quanto ricostruisce l'Ansa, la bimba era stata messa in incubatrice e le prime cure sembravano funzionare. Agli inizi di febbraio un improvviso peggioramento della situazione: le analisi evidenziano un'infezione da Serratia. Dopo qualche ora la bimba muore. E il 14 febbraio una ditta di Settimo di Pescantina comunica al Policlinico la "possibile contaminazione da Serratia" del sapone.

La nota del Policlinico

"Il Direttore Generale del Policlinico di Bari - si legge in una nota diffusa dall'ospedale - esprime il proprio cordoglio nei confronti della famiglia della piccola neonata vittima del tragico evento. Si coglie l’occasione per precisare che la Direzione Sanitaria, non appena ricevuto l’avviso di sicurezza di lotti contaminati di sapone antisettico da parte del fornitore, ha subito avviato una indagine interna per verificarne l’eventuale presenza nei reparti mettendo in atto tutte le strategie di contenimento e di tutela dei pazienti. Come da protocollo è stata effettuata la segnalazione al Ministero della Salute. Il Direttore Generale ha inoltre depositato un esposto-denuncia presso la procura della Repubblica di Bari e ripone massima fiducia negli organi inquirenti confidando nella celerità degli accertamenti e riservandosi comunque ulteriori azioni nei confronti di coloro che risultassero responsabili del tragico evento".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ultimo aggiornamento ore 12.58

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Stop a palestre, cinema, teatri e piscine, ristoranti chiusi alle 18: il nuovo dpcm in arrivo già in serata?

  • Incidente mortale nella notte a Japigia: 20enne sbalzato dalla moto muore sul colpo

  • Le mani della criminalità organizzata sul settore agroalimentare in Puglia: 48 arresti

  • Da lunedì stop alla didattica in presenza per gli ultimi 3 anni delle superiori, Emiliano: "Rallentiamo i contagi covid"

  • "Servono misure severe ovunque in Italia": anche Emiliano segue la 'via De Luca' e non esclude il lockdown

  • Si avvicina il lockdown 'morbido'? Ipotesi coprifuoco nazionale dalle 21 alle 5 per fermare la corsa del covid

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento