Cronaca

Vendola su Twitter: "Vorrei un figlio", ma il profilo è falso

"Mi sta pervadendo il desiderio di paternità. Gianna Nannini dimostra che non ci sono limiti alla voglia di amare e procreare": il tweet lanciato nel pomeriggio provoca una pioggia di commenti, ma poi qualcuno si accorge dell'inganno: il profilo, Nikivendola, non è quello ufficiale del governatore pugliese

"Mi sta pervadendo il desiderio di paternità. Gianna Nannini dimostra che non ci sono limiti alla voglia di amare e procreare". Il tweet, lanciato nel pomeriggio dal profilo "Nikivendola" provoca una pioggia di commenti e reazioni di tutti i tipi: chi fa il proprio in bocca al lupo al governatore pugliese, chi lo incita a seguire il suo desiderio, chi invece lo critica invitandolo ad occuparsi dei problemi politici più urgenti o a "comprarsi un cane".


Poi però qualcuno si accorge dell'inganno. Il profilo "Nikivendola" non è quello ufficiale del leader di Sel, anche se cadere in errore è molto semplice: l'unica differenza è nella grafia del nome, il "Nichi" originale contro il "Niki" del fake. Un'esistenza, quella del falso profilo dal quale è partito il messaggio-provocazione, confermata anche dal portavoce di Vendola, che comunque in alcune interviste rilasciate in passato aveva dichiarato di sentire la mancanza di un figlio. Nel frattempo il falso account "Nikivendola" sul social network è stato cancellato

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vendola su Twitter: "Vorrei un figlio", ma il profilo è falso

BariToday è in caricamento