Mercoledì, 4 Agosto 2021
Cronaca

"No al numero chiuso all'Università", blitz notturno degli studenti

Anche a Bari la protesta degli studenti contro il decreto del governo che anticipa ad aprile i test di ingresso e ridurrebbe anche i posti disponibili per alcune facoltà universitarie. La mobilitazione proseguirà nei prossimi giorni

Un blitz notturno davanti ai cancelli delle principali scuole della città per dire no al numero chiuso nelle facoltà universitarie. E' l'iniziativa messa in atto dai ragazzi dell'Unione studenti di Bari, che hanno aderito alla mobilitazione nazionale contro il decreto del governo che "ha anticipato i test d'ingresso universitari ad aprile e ha ridotto il numero di posti del 23% per le facoltà di medicina, architettura, veterinaria e odontoiatria".

"In Italia ormai il 57% dei corsi di laurea prevede una selezione all'accesso, in un paese in cui, a differenza di quanto molti sostengono, c'è il numero di laureati più bassi di tutta Europa. - commenta Arianna Petrosino, coordinatrice dell'Uds Bari - Un'università davvero pubblica e aperta a tutti non può prevedere uno sbarramento del genere in ingresso".

La mobilitazione proseguirà nei prossimi giorni con incontri e assemblee nelle scuole. "Siamo stanchi delle barriere d'accesso all'istruzione e richiediamo, con una petizione online, di rimandare i test a dopo gli esami di maturità e di reintegrare i posti tagliati. Continueremo a mobilitarci finchè non otterremo risposte, meritiamo di scegliere il nostro futuro".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"No al numero chiuso all'Università", blitz notturno degli studenti

BariToday è in caricamento