Cronaca

No alle trivelle in Adriatico, il 1 dicembre ambientalisti a Roma

Il prossimo 1 dicembre ambientalisti e rappresentanti delle istituzioni locali si recheranno a Roma per incontrare il ministro dell'Ambiente e chiedergli di porre fine alle prospezioni sismiche per la ricerca di petrolio in corso nel basso Adriatico

Una "cabina di regia" composta da rappresentanti delle istituzioni locali e delle associazioni ambientaliste sarà il prossimo primo dicembre a Roma per chiedere un incontro con il Ministro dell'Ambiente ed ottenere al più presto la sospensione delle concessioni governative per le prospezioni sismiche finalizzate alla ricerca di idrocarburi dinanzi alle coste pugliesi.

Ad annunciare l'iniziativa sono stati oggi i rappresentanti del movimento che, ha spiegato Donato Cippone del comitato 'No petrolio', "ha scelto la via del dialogo e del coinvolgimento - per sensibilizzare l'opinione pubblica e il governo Monti alla revoca definitiva delle concessioni alla Northern petroleum ed alla risoluzione del disagio turistico socio ambientale causato dalle stesse". "Nel 2007, periodo di rilascio delle stesse alla Northern petroleum - ha denunciato Cippone - si è registrato un vero e proprio vuoto e i cittadini non sono neanche stati informati di quanto accadeva". Nel corso dell'incontro i rappresentanti della 'Cabina di regia' hanno lanciato un appello anche al presidente della giunta regionale, Nichi Vendola, perché li accompagni a Roma.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

No alle trivelle in Adriatico, il 1 dicembre ambientalisti a Roma

BariToday è in caricamento