rotate-mobile
Cronaca Palo del Colle

Palo del Colle, in piazza per dire no al pizzo: "Istituzioni vicine agli ambulanti"

Forze dell'Ordine, sindaco e associazioni di categoria al fianco dei commercianti del mercato settimanale minacciati la scorsa settimana: "Servono azioni, non proclami"

Commercanti, amministratori locali, Forze dell'Ordine e associazioni, tutti insieme per dire 'no al pizzo': mobilitazione, ieri, a Palo del Colle, nell'ambito di Unimpresa Bari-Bat e Associazione Antiracket, a cui hanno aderito numerose sigle del commercio e tantissimi ambulanti, negli ultimi mesi al centro di minacce e richieste estorsive come avvenuto in occasione del mercato settimanale di mercoledì scorso, quando una persona è stata identificata dai Carabinieri. Ieri, invece, c'erano proprio i militari a presidiare l'area. Ieri, invece, anche il sindaco Anna Zaccheo ha voluto esprimere la vicinanza delle istituzioni nei confronti dei commercianti.

“Gli ambulanti del mercato - afferma in una nota Unimpresa Bari-Bat - provengono per la maggior parte dalle città di Andria, di Bisceglie e di Bitonto e siamo certi che quel segnale di solidarietà per i gravissimi episodi ampiamente denunciati sugli organi di informazione arriverà anche da parte delle Autorità locali di quei comuni, in particolare dai Sindaci, cosa non ancora avvenuta ma che sarebbe un ulteriore segnale di vicinanza per una Categoria allo stremo, esposta a moltissime insidie che non sono solo quelle criminali ma anche vessatorie. La reazione collettiva che c’è stata a Palo è di grande valore culturale. Così si combatte la criminalità e non con inutili proclami” 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Palo del Colle, in piazza per dire no al pizzo: "Istituzioni vicine agli ambulanti"

BariToday è in caricamento