rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Cronaca

No alle trivellazioni nei mari pugliesi, la battaglia approda in Parlamento

Il presidente del Consiglio regionale, Onofrio Introna, plaude all'iniziativa di 28 deputati, per coinvolgere il Governo: "Al petrolio preferiamo gli straordinari prodotti della pesca e le nostre rinomate spiagge"

Sabato la manifestazione di Monopoli organizzata dal M5S (replicata oggi a San Pietro Vernotico), quindi la risoluzione appovata da 28 deputati delle Commissioni VIII e X della Camera su iniziativa dell'onorevole Dario Ginefra (Pd), per inviare un documento al premier Renzi per fermare i tentativi di trivellazione in Adriatico e Ionio, per la ricerca di idrocarburi.

All'iniziativa parlamentare, guarda con favore il presidente del Consiglio regionale, Onofrio Introna: "Non siamo più soli - ha dichiarato - Regione, Comuni, Associazioni e cittadini hanno ora al loro fianco i rappresentanti di Montecitorio, che con il documento inviato al Governo Renzi si uniscono alla campagna a difesa delle nostre acque. Non da oggi la Puglia rimarca la sua opposizione senza cedimenti ad ogni forma di sfruttamento dell’Adriatico e dello Ionio. Le due commissioni parlamentari si associano alla richiesta al Governo nazionale di promuovere norme comuni dell’Unione Europea, che vietino la ricerca e il prelievo di idrocarburi in tutti i mari continentali.  La proposta, per Introna, “è quella che l’intero Consiglio regionale ha avanzato più volte con pronunciamenti unitari e che può trovare concreta applicazione nel semestre europeo a guida italiana”.

Di fronte a un possibile scenario di business per le multinazionali, a discapito dell'ambiente, per Intona "sarà difficile convincerci che il petrolio nei mari fa davvero al nostro caso nostro, noi preferiamo gli straordinari prodotti della pesca e le acque trasparenti delle spiagge più gradite ad italiani e stranieri, come quelle pugliesi”, conclude.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

No alle trivellazioni nei mari pugliesi, la battaglia approda in Parlamento

BariToday è in caricamento