menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nodo ferroviario nord e passaggi a livello, incontro con i cittadini del Municipio V: "Un anno per lo studio di fattibilità"

Quattro i milioni stanziati per la chiusura di alcuni passaggi a livello (3 su 8) tra Palese e Santo Spirito. Lo studio sarà pronto per il 2021. A seguite, poi, ci sarà il progetto definitivo.

Un impegno per realizzare l'opera per risolvere il nodo ferroviario a Nord di Bari senza chiudere tutti i passaggi a livello: si è svolto nella sede del Municiupio V un incontro organizzato dal comitato 'No ai muri' alla presenza nel sottosegretario ai Trasporti, Salvatore Margiotta, del deputato Pd Marco Lacarra, del senatore m5S Gianmauro Dell'Olio, del presidente del Municipio Vincenzo Brando, del vicesindaco Eugenio Di Sciascio e di molti consiglieri comunali.

Quattro i milioni stanziati per la chiusura di alcuni passaggi a livello (3 su 8) tra Palese e Santo Spirito. Lo studio di fattibilità sarà pronto entro un anno. A seguite, poi, ci sarà il progetto definitivo.

"L'impegno del Sottosegretario mi soddisfa ma non è sufficiente - dichiara il presidente del Consiglio comunale di Bari Michelangelo Cavone. Monitoreremo il lavoro di progettazione di Italferr, chiederemo incontri tecnici di confronto, chiederemo alla politica di reperire le risorse necessarie non solo per la progettazione ma anche la realizzazione dell'opera. Ribadisco che questa è una battaglia che non conosce colori politici. Dobbiamo batterci tutti per un'unica causa. l miglioramento della qualità della vita nella zona a nord della nostra città" conclude Cavone.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento