rotate-mobile
Venerdì, 3 Febbraio 2023
Cronaca

Nodo Ferroviario a Sud di Bari, via libera ai lavori: il Consiglio di Stato accoglie il ricorso e sblocca i cantieri

Ennesimo colpo di scena nella vicenda: ribaltata la decisione del Tar che un mese fa ordinò lo stop dell'opera per motivi legati al vincolo paesaggistico. Il Consiglio di Stato ha ritenuto assenti i rischi ambientali ed ha 'sospeso' la sentenza del Tribunale Ammnistrativo Regionale

Sbloccati, di nuovo, i lavori del Nodo Ferroviario a Sud di Bari: il Consiglio di Stato, con un’ordinanza del presidente della Quarta sezione, ha accolto ieri il ricorso urgente di Rete Ferroviaria Italiana, vanificando così la decisione presa circa un mese fa dal Tar che sospese l'autorizzazione paesaggistica data dalla Regione Puglia per il progetto del nuovo collegamento sui binari nella zona di Lama San Giorgio.

"Il decreto cautelare del Consiglio di Stato sul nodo ferroviario di Bari chiarisce generalmente l’assenza di rischi ambientali e quindi motivi per bloccare i lavori. A tutto concedere si tratta di situazioni di fatto marginali, con mille ipotesi di soluzioni, ma non in grado di vanificare l’impegno su questa grande opera - ha sottolineato il consigliere regionale pugliese, Fabiano Amati - Peraltro, proprio la circostanza dell’uso dei fondi del Pnrr ha generato una decisione tempestiva, sia pur in termini cautelari, a significare l’ingresso in un mondo nuovo, in particolare quello in grado di respingere le vecchie lentezze, i nemici per ideologia del progresso le defatiganti revisioni dei procedimenti. L’opera serve, è finanziata e si deve concludere al più presto. Questo è l’imperativo".

Il decreto presidenziale, come riporta l'Ansa, ha sospeso l'esecutività della sentenza del Tar con riferimento ai cantieri già avviati ed ha intimato a Rete Ferroviaria Italiana di formulare una proposta irrevocabile di acquisto degli immobili dei ricorrenti privati che confinano con il tracciato ferroviario nel Comune di Triggiano. L'udienza collegiale sulla richiesta di sospensiva della sentenza del Tar è stata fissata al 12 gennaio prossimo.

"La ripresa del cantiere per lo spostamento dei binari per la soluzione del nodo ferroviario, che la città attende da tanti anni, è certamente auspicabile per Bari e per la Puglia- ha commentato il sindaco di Bari, Antonio Decaro -Quindi attendiamo gli sviluppi definitivi di questo contenzioso nella speranza di poter giungere presto a una soluzione definitiva".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nodo Ferroviario a Sud di Bari, via libera ai lavori: il Consiglio di Stato accoglie il ricorso e sblocca i cantieri

BariToday è in caricamento