Giovedì, 17 Giugno 2021
Cronaca

Ricatta il padre di un collaboratore di giustizia, arrestato pregiudicato

Nel giro di un mese l'uomo era riuscito a farsi consegnare 15mila euro dalla vittima, un insegnante sessantenne in pensione, convincendolo che quel denaro sarebbe servito a pagare le spese legali per le persone arrestate "per colpa" del figlio, collaboratore di giustizia

Era riuscito ad estorcere 15mila euro nel giro di un mese ad un pensionato 60enne, padre di un collaboratore di giustizia. Con questa accusa i carabinieri hanno arrestato stamattina D.C., 25enne pregiudicato di Noicattaro. +

La storia di minacce ed estorsioni inizia quando uno dei due figli adottivi della vittima, entrato a far parte di una banda di spacciatori legati al clan Misceo del quartiere San Paolo, decide di uscire dal clan e iniziare a collaborare con la giustizia, rendendo possibile, con le sue rivelazioni, l'arresto di molti componenti del gruppo criminale.

E' in quel momento (siamo all'inizio del marzo scorso) che il padre del ragazzo, nel frattempo in pensione, inizia ad essere contattato dall'estorsore che sotto falsa identità, e sostenendo che uno dei figli era a conoscenza della richiesta tanto da fare da tramite, comincia a estorcergli soldi. Sostiene, minacciando l'uomo, che il denaro serve per pagare le spese legali per coloro che sono finiti in carcere per "colpa" del figlio. In seguito, la richiesta di altro denaro avrà come motivazione una partita di droga non pagata sempre da uno dei due figli e, quindi, spettava al padre saldare il debito con l'organizzazione criminale. Il pensionato, impaurito dalle minacce, ma soprattutto convinto da uno dei due figli a pagare "per sistemare le vicende", comincia a pagare. Ma le richieste sono sempre più pressanti fino a quando l'estorsore si presenta direttamente a casa della vittima. E' allora che la moglie del 60enne decide di rivolgersi ai carabinieri per denunciare l'estorsore, arrestato oggi dai carabinieri.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ricatta il padre di un collaboratore di giustizia, arrestato pregiudicato

BariToday è in caricamento