Vito Montanaro nominato direttore del Dipartimento promozione salute: ok dalla Giunta regionale

L'ex direttore della Asl di Bari era stato scarcerato a settembre, dopo essere stato coinvolto in un'inchiesta legata alla Sanità lucana

Ora che i guai giudiziari sembrano essere lontani, arriva una nuova nomina per Vito Montanaro. L'ex direttore della Asl di Bari ha ricevuto dalla Giunta della Regione Puglia nel pomeriggio l'ufficializzazione nel ruolo di direttore del Dipartimento regionale Promozione della salute, del benessere sociale e dello sport per tutti.

La nomina arriva dopo mesi dalla scarcerazione di Montanaro, inizialmente indagato per corruzione e abuso d'ufficio nell'ambito dell'inchiesta sulle presunte 'agevolazioni' nei confronti dell'avvocato Luigi Fruscio - ex responsabile anticorruzione dell'Asl - per superare il concorso per un posto da dirigente nell'Azienda sanitaria di Matera. Con lui era finito in carcere anche il presidente della Regione Basilicata, Marcello Pittella, poi scarcerato

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Assalto con sparatoria al Banco di Napoli in viale Salandra: scatta il blitz, sette persone arrestate

  • Attualità

    Un dragone colorato sfila in centro: la marcia festosa dei bambini con il 'Corteo del Maggio'

  • Comunali Bari 2019

    Comunali Bari 2019, le proposte dei candidati sindaco: focus con Antonio Decaro

  • Attualità

    27 anni dalla strage di Capaci: il Comune intitola un giardino a Francesca Morvillo

I più letti della settimana

  • Pesciolini d'argento in casa: cosa sono e come difendersi

  • Trema la terra nel Nord Barese: scossa di terremoto avvertita anche a Bari, gente in strada

  • Colpo all'alba in via Dante: furto nella gioielleria Gabriella Trizio

  • Assalto con sparatoria al Banco di Napoli in viale Salandra: scatta il blitz, sette persone arrestate

  • Terremoto nel Nord Barese, sospesi treni sulla Bari-Foggia. Stop anche al traffico delle Fal

  • Associazione mafiosa, droga, armi: al via processo ai clan Capriati e Diomede-Mercante, 90 imputati

Torna su
BariToday è in caricamento