menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

"Vittima di nonnismo nella scuola sottufficiali della Marina", la denuncia di una militare barese

La Procura di Roma indaga su un episodio di cui sarebbe stata vittima una 28enne di Bari, quando era allieva della scuola a La Maddalena, in Sardegna

La Procura di Roma indaga su un presunto caso di 'nonnismo' di cui sarebbe stata vittima una militare 28enne di Bari, quando era allieva della scuola sottufficiali della Marina a La Maddalena. La donna, attualmente imbarcata sulla nave Amerigo Vespucci, ha affermato di aver redatto una "dichiarazione spontanea", nello scorso mese di ottobre, per denunciare un episodio dai contorni inquietanti: "Mi sembrava di essere in un film horror - ha dichiarato in un'intervista al quotidiano La Stampa - : hanno usato un seghetto e altri arnesi da meccanico per rompermi un anello incastrato nel dito".

Il racconto della militare barese

Le presunte torture sarebbero durate per oltre tre ore: "Mi hanno impedito di andare in ospedale, mi tenevano bloccata nell'ufficio di un ufficiale e mi hanno sottoposto a una sofferenza allucinante". L'esposto della 28enne sarebbe però sparito nel nulla.

La Marina: "Indagini in corso"

In un comunicato, la Marina ha reso noto che "il Comando del centro di formazione, non appena avuta notizia dell’accaduto, ha avviato una inchiesta interna i cui esiti sono all’esame delle superiori autorità per la ricostruzione completa dei fatti e l’accertamento delle eventuali responsabilità". "Da quelli che sono i primi esiti dell’inchiesta interna  – afferma nella nota il capo di Stato Maggiore della Marina, Ammiraglio di Squadra Valter Girardelli, – possiamo affermare che si è trattato di un atto sicuramente censurabile, certamente improvvido e di assoluta incoscienza da parte di personale addetto alla formazione dei giovani militari che, al momento, in via precauzionale, è stato destinato ad altro incarico". "A prescindere dalla fattispecie del caso in esame, su cui indaga anche la Procura militare – ha aggiunto l’ammiraglio Girardelli – mi preme sottolineare, in generale, come il nonnismo sia un fenomeno su cui tutte le Scuole militari e tra queste quelle della Marina prestano particolare attenzione e hanno la giusta sensibilità, mettendo in atto tutti i possibili sistemi di prevenzione e di tutela".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento