menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Norme anti-Covid sulle spiagge libere, dalla Regione ai Comuni fondi per la sorveglianza

Al via i contributi ripartiti tra i 69 centri costieri pugliesi: a Bari destinata la somma di circa 17mila euro. Come previsto dall'ordinanza balneare 2020, i Comuni possono svolgere attività di sorveglianza, con volontari o enti pubblici o privati in regime di convenzione

Arrivano dalla Regione i fondi ai Comuni costieri pugliesi per le attività di sorveglianza volte a garantire il rispetto delle norme anti-Covid sulle spiagge libere. Uno stanziamento complessivo di 500mila euro, ripartito tra i 69 centri in base ai chilometri di costa di competenza dei singoli Comuni: a Bari toccherà un contributo di circa 17mila euro.

Un supporto in più, dunque, per i Comuni alle prese con una stagione balneare resa particolarmente complessa dalle restrizioni Covid, che, soprattutto sulle spiagge libere, stando alle numerose segnalazioni degli stessi cittadini, risultano largamente disattese. 

Nell’Ordinanza Balneare 2020, fra le indicazioni indirizzate ai Comuni c’è la diffusione, attraverso una cartellonistica redatta anche in lingua inglese, della corretta informazione circa le misure per il contrasto del contagio da Covid-19 (come nel caso dei cartelli installati a Bari), anche ribadendo l’importanza della responsabilizzazione individuale da parte degli utenti nell’adozione di comportamenti rispettosi delle misure di prevenzione. Su tratti specifici del litorale, ai Comuni è data la possibilità di svolgere attività di sorveglianza, avvalendosi di volontari o di enti pubblici o privati in regime di convenzione. Ed è per questo tipo di forme di sorveglianza che sono stati liquidati oggi i contributi disposti dal Servizio Demanio costiero e portuale della Regione Puglia.

“Qualche giorno fa il presidente di ANCI Puglia, Domenico Vitto, che ringrazio per la collaborazione, mi ha inviato una lettera con l’indicazione dei criteri di riparto e la quantificazione dei contributi da erogare a ciascun Comune, che abbiamo voluto lasciare all’auto-determinazione dei sindaci”, dice l’assessore regionale al Bilancio, con delega al Demanio costiero e portuale, Raffaele Piemontese, aggiungendo “l’auspicio che questa cooperazione istituzionale si rifletta in una responsabilizzazione diffusa da parte dei pugliesi e dei turisti che affollano e affolleranno le nostre spiagge in questa complicata estate 2020”.

(foto di repertorio)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento