Sabato, 23 Ottobre 2021
Cronaca

Nuove piste ciclabili e 'zone 30': ecco il Biciplan del Comune per la mobilità su due ruote

La presentazione in concomitanza con l'avvio della 'Settimana europea della mobilità sostenibile'. Decaro: "Progettato insieme alle associazioni di ciclisti.la città deve poter essere vissuta appieno, a piedi o in bicicletta". In programma anche il rilancio del servizio bikesharing

Implementare la rete ciclabile della città, istituire zone con limiti di velocità ridotti a 30, rilanciare il servizio di bike sharing. Sono alcuni dei punti centrali del 'Biciplan', il piano elaborato dal Comune per sostenere la mobilità due ruote. Il documento è stato presentato questa mattina, in concomitanza con l'avvio della 'Settimana europea per la mobilità sostenibile'.

"Oggi parte ufficialmente l’iter istituzionale che ci porterà ad approvare il Biciplan e a renderlo a tutti gli effetti (come previsto dalla legge regionale sulla mobilità ciclistica, ndr) uno strumento di programmazione del Comune di Bari", ha dichiarato il sindaco Decaro, che ha poi ricordato come il piano sia "una delle prime esperienze di programmazione partecipata, visto che gli itinerari ciclabili sono stati condivisi con le associazioni dei ciclisti urbani".

Ma nel Biciplan non si parla solo di piste ciclabili. "Oltre agli itinerari ciclistici, di cui abbiamo già realizzato i primi 15 km e ne stiamo appaltando nei prossimi mesi altri 3 fino ad arrivare all’obiettivo dei 30 km entro i prossimi anni", ha spiegato Decaro, il documento "prevede anche l’istituzione di zone 30 e interventi infrastrutturali per la moderazione della velocità nel centro cittadino, la realizzazione di rotatorie e opere pubbliche affiancate da percorsi ciclopedonali. Nel quartiere murattiano - ha proseguito Decaro - le zone 30 saranno gli avamposti di nuove aree pedonali: via Calefati e via Putignani nel tratto che va da Via Melo a via Andrea da Bari. Questo perché siamo convinti che dobbiamo dare alla nostra città la possibilità di essere vissuta appieno, a piedi o in bicicletta, nel tempo libero e ogni giorno".

Per gli interventi previsti si stima un costo di circa 25 milioni di euro, che il Comune conta di recuperare attraverso finanziamenti ministeriali e comunitari. 

Previsto anche un rilancio del servizio bike sharing, che finora ha mostrato diverse criticità, attraverso l'adozione di un nuovo sistema di gestione. "Insieme al Biciplan - ha spiegato Decaro - sottoporremo all’attenzione del Consiglio comunale anche il Piano generale degli impianti pubblicitari contenente i nuovi spazi adibiti all’istallazione di cartelli pubblicitari su suolo cittadino in funzione nuovo modello di servizio di bike sharing. Servizio che, come in tutte le altre città d’Europa, sarà interamente gestito da un soggetto privato che si occuperà dell’implementazione, della gestione e della manutenzione, in cambio di spazi pubblicitari istallati lungo i percorsi ciclabili e presso le stazioni sparse in città".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuove piste ciclabili e 'zone 30': ecco il Biciplan del Comune per la mobilità su due ruote

BariToday è in caricamento