Cronaca

Olimpiadi Roma 2024, Emiliano scrive a Raggi: "Puglia pronta ad affiancarvi"

Il governatore pugliese: "Decentrare le gare verso città con impianti idonei". La risposta del M5S: "I pugliesi si cimentano giornalmente con i Giochi dei disservizi"

In attesa di comprendere se ci sarà il passo indietro del sindaco di Roma, Virginia Raggi, sulla candidatura della Capitale italiana alle Olimpiadi 2024, il governatore pugliese Michele Emiliano ha scritto al primo cittadino invitandola a non abbandonare il sogno a Cinque Cerchi, come invece pare possibile vista la contrarietà del M5S, movimento con cui Raggi è stata eletta in Campidoglio: "Roma - afferma Emiliano in una lettera - è la Capitale d’Italia, una delle più belle e desiderate città del mondo, ma è anche delicatissima e piena di problemi irrisolti come tante altre città italiane.Comprendo, dunque, la Sua cautela. Essa è segno di responsabilità e senso del limite, doti che sono essenziali al buon governo. Ma le Olimpiadi sono un evento di Pace e Fratellanza di un rilievo tale da essere irrinunciabili per un Paese come l’Italia. Date però alcune condizioni che ognuno di noi deve pretendere in casi del genere. Per questo mi permetto di dirLe che siamo pronti ad affiancare Roma in questo percorso".

"Vorremmo realizzare in questo occasione un modello trasparente e partecipato di gestione della res pubblica. - aggiunge il presidente della Giunta regionale pugliese - Le propongo di decentrare le gare verso Regioni e città già dotate di impianti idonei. Di dar vita ad un comitato di garanti sugli investimenti da realizzare, che sorvegli sulla trasparenza e legalità di ciascuno di essi. Se lo ritenesse utile, sono pronto ad incontrare Lei e il Presidente Giovanni Malagò assieme ai sindaci ed ai presidenti di Regione che vorranno aderire, per concordare le modalità di una candidatura che attenui i rischi che legittimamente preoccupano Lei e la Sua Comunità. Roma 2024 attraverso il coinvolgimento di altre Città e Regioni, può diventare un modello virtuoso e condiviso di gestione delle risorse pubbliche che distribuisce costi e rischi. Potremmo dar vita - conclude - a progettazioni di impianti e sistemi organizzativi a basso impatto ambientale, suscettibili di riuso pubblico da parte delle città che li realizzeranno. Sono certo che coglierà il senso della mia proposta dettata da un sincero spirito di amicizia  e di leale collaborazione".

Alla lettera di Emiliano è seguita la risposta dei consiglieri regionali pugliesi del M5S: "Ridiamo per non piangere - affermano - Che il presidentone stesse tentando di spingere i pugliesi a cimentarsi in qualsiasi tipo di attività olimpica era diventato evidente, solo non ne comprendevamo le ragioni. Grazie al piano di riordino ospedaliero e alla chiusura di numerosi ospedali infatti, i pugliesi potranno cimentarsi nella specialità di 'corsa all’ospedale più vicino'; se vi fossero state sufficienti piste ciclabili in regione sarebbe stato possibile addirittura attivare delle gare di ciclismo su strada ma purtroppo non sarà possibile. Maggior fortuna hanno avuto invece gli insegnanti pugliesi che sono stati trasferiti sulle montagne che potranno sfruttare le mountain bike. Solo qualche giorno fa poi, i pugliesi ed i baresi in particolare, hanno dimostrato grande abilità nel nuoto sincronizzato dal momento che, dopo qualche goccia di pioggia la città si è completamente allagata diventando una piscina a cielo aperto. I foggiani, ancora in attesa dell’allungamento della pista dell’aeroporto 'Gino Lisa', hanno già richiesto la registrazione della nuova specialità 'volo a lungo raggio con deltaplano'.

"A Brindisi e Taranto - continuano i consiglieri - la necessità di gettare il più in fretta possibile la propria immondizia nei pochi spazi disponibili rimasti nei cassonetti a causa dell’emergenza rifiuti, ha trasformato i cittadini in dei veri e propri specialisti di pallacanestro. Nelle vicinanze dell’Ilva e dell’Enel di Cerano, invece, l’unica possibilità rimasta ai cittadini ormai da tempo, è quella di darsi all’apnea. Di chi saranno le responsabilità di tutte queste scelleratezze lo sapremo solo quando finalmente sarà terminata la sfida interminabile di ping pong di responsabilità tra Renzi ed Emiliano. Ci auguriamo che prima o poi Emiliano inizi ad occuparsi seriamente dei tantissimi e serissimi problemi dei pugliesi e la smetta di spararle grosse, soprattutto alla luce del fatto che in questa specialità ha davvero pochissimi rivali".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Olimpiadi Roma 2024, Emiliano scrive a Raggi: "Puglia pronta ad affiancarvi"

BariToday è in caricamento