Anziana uccisa per errore a Bitonto, la sentenza: nove condanne, 20 anni per il boss Domenico Conte

Il processo si è svolto con rito abbreviato. Anna Rosa Tarantino venne colpita nel corso di una sparatoria avvenuta il 30 dicembre del 2017, tra i vicoli del borgo antico bitontino

Il luogo dove venne uccisa Anna Rosa Tarantino - Foto Ansa

Nove persone sono state condannate a pene comprese tra i 20 anni e i 3 di reclusione, nel processo per la morte di Anna Rosa Tarantino, l'anziana di 84 anni uccisa per errore nel corso di una sparatoria avvenuta nel centro storico di Bitonto, il 30 dicembre 2017, avvenuta nell'ambito della rivalità per la gestione delle piazze di spaccio in città

Le condanne del gup

Il gup di Bari, Francesco Agnino, ha inflitto una pena di 20 anni per il boss Domenico Conte, ritenuto mandante del delitto in cui venne uccisa la pensionata, e per Alessandro D'Elia e Cosimo liso, ritenuti suoi affiliati. Quattordici anni di reclusione, invece gli esecutori materiali, Michele Sabba e Rocco Papaleo, entrambi divenuti collaboratori di giustizia. Condanne tra i 6 e gli 8 mesi e i 5 anni e gli 8 mesi, sono state inflitte a Francesco Colasuonno, Benito Ruggiero e Rocco Mena, esponenti del clan rivale dei Cipriano. Tre anni di reclusione, invece, per Michele Rizzo, accusato di aver minacciato i familiari di un pregiudicato perché non collaborasse con gli inquirenti. ll processo si è svolto con rito abbreviato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il nipote della donna: "E' stata fatta giustizia"

l giudice ha inoltre riconosciuto i risarcimenti danni alle parti civili, il Comune di Bitonto, l’associazione Antiracket e i familiari della signora Anna Rosa Tarantino, concedendo provvisionali immediatamente esecutive tra i 20mila e i 100mila euro: "Penso che oggi sia stata fatta giustizia, ma un giorno pagheranno anche la giustizia di Dio" ha dichiarato Francesco Calamita, nipote della donna uccisa, al termine dell'udienza. Le motivaizoni della sentenza si conosceranno tra 60 giorni. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, in Puglia undici nuovi casi: cinque contagi registrati nel Barese, i pazienti positivi salgono a 170

  • Coronavirus, salgono i nuovi contagi in Puglia: oggi sono 26, undici in provincia di Bari

  • Coronavirus, in Puglia obbligo di quarantena per chi rientra da Malta, Grecia e Spagna

  • Sei turisti del Lussemburgo in vacanza a Monopoli positivi al covid: il test prima di partire per la Puglia

  • Venti nuovi casi di covid in Puglia, nove nel Barese: "Cittadini rientrati da Grecia, Malta e Lombardia"

  • Ventenne muore dopo un tuffo in piscina: tragedia durante una festa a Polignano

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento