Anziana uccisa a Bitonto, i due killer si pentono e collaborano: "Rivelati dettagli sui clan bitontini"

La notizia è stata appresa questa mattina, durante l'udienza per la scarcerazione di Cosimo Liso, uno degli otto soggetti arrestati nelle scorse settimane per le sparatorie del 30 dicembre, in cui morì per errore l'84enne

Hanno deciso di collaborare con la giustizia il 23enne Michele Sabba e il 37enne Rocco Papaleo, i due uomini che lo scorso 30 dicembre uccisero per errore l'84enne Anna Rosa Tarantino a Bitonto. La notizia è stata appresa durante l'udienza del Tribunale del Riesame per la scarcerazione di Cosimo Liso, uno degli otto soggetti arrestati nelle scorse settimane - insieme con Sabba e Papaleo - per gli scontri a fuoco avvenuti quella mattina tra i gruppi criminali Conte e Cipriano.

VIDEO | Le immagini della sparatoria

Papaleo e Sabba avrebbero quindi confessato e si sarebbero pentiti per l'uccisione della donna. Dettagli contenuti nel verbale con le confessioni di Papaleo, depositato dai pm Ettore Cardinali e Marco D'Agostino, che coordinano le indagini sulla sparatoria. L'uomo avrebbe rivelato particolari di quegli agguati ma anche dei conflitti interni alla criminalità organizzata bitontina su cui continua ad indagare l'Antimafia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia 'promossa' da domenica? Dati Covid in miglioramento, si va verso la zona gialla

  • La Puglia 'promossa' da zona arancione a zona gialla (nonostante l'Iss contrario): c'è l'ordinanza del ministro Speranza

  • Nuovo Dpcm: verso lo stop a spostamenti dai Comuni per Natale e Capodanno, dal 21 viaggi tra regioni solo per rientro nella propria residenza

  • Il Dpcm di Conte: la Puglia è arancione (gialla sotto Natale). Si torna a scuola il 7 gennaio. "No non conviventi in casa"

  • L'indice Rt scende sotto l'1 in Puglia e Lopalco risponde ai medici: "Non siamo regione da zona rossa"

  • Investe ciclista sulla ss16 e fugge, arrestata pirata della strada: positiva all'alcol test

Torna su
BariToday è in caricamento