Mercoledì, 28 Luglio 2021
Cronaca

Omicidio Campanella, condanna a venti anni per i due killer

Il pregiudicato fu ucciso a colpi di pistola la sera del 14 novembre 2011 davanti alla sua abitazione alla zona industriale

Il gup del Tribunale di Bari Michele Parisi ha condannato a 20 anni di reclusione Basilio Ciani, 41 anni, e Nicola Lupello, 35 anni, accusati dell'omicidio del pregiudicato 48enne Francesco Campanella, ucciso il 14 novembre 2011 nella sua casa alla periferia di Modugno (Bari), nella zona industriale. Per i due presunti killer il pm Antimafia della Procura di Bari che ha coordinato le indagini, Desireé Digeronimo, aveva chiesto condanne a 16 anni di reclusione con le aggravanti della premeditazione e di aver favorito un'organizzazione mafiosa che non sono state riconosciute dal giudice.

Condanna a 1 anno e 4 mesi di reclusione con pena sospesa (l'accusa aveva chiesto 1 anno e 2 mesi) per la 38enne Marianna Cipriani, accusata di aver favorito la latitanza del pregiudicato Antonio Guglielmi, indagato per il ferimento di Lupello, avvenuto nella stessa circostanza. La sera del delitto, Campanella si trovava dinanzi l'ingresso della sua abitazione in attesa di Ciani e Lupello con i quali aveva concordato un appuntamento mentre Guglielmi era nascosto dietro una siepe. I due, armati di pistola, raggiunsero la vittima con la quale cominciarono a discutere animatamente. A quel punto Guglielmi, in difesa dell'amico, sparò in direzione degli aggressori alcuni colpi di arma da fuoco, ferendo Lupello. Questi reagì colpendo mortalmente Campanella. Il gup ha condannato i presunti assassini al risarcimento danni nei confronti della famiglia della vittima, con una provvisionale immediatamente esecutiva di 40.000 euro. (Ansa)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio Campanella, condanna a venti anni per i due killer

BariToday è in caricamento