Giovedì, 17 Giugno 2021
Cronaca

Omicidio di Torre a Mare, chiesto l'ergastolo per l'assassino di Caterina Susca

Donald Nwajiobi, 22enne di origini nigeriane, reo confesso del delitto avvenuto a novembre 2013, in aula ha reso dichiarazioni spontanee, chiedendo scusa: "Non so cosa mi è successo"

E' stata chiesta la condanna all'ergastolo per il 22enne nigeriano Donald Nwajiobi, reo confesso dell'omicidio della 60enne Caterina Susca, uccisa l'11 novembre 2013 nella sua casa alla periferia di Torre a Mare.

La richiesta del pm Manfredi Dini Ciacci è stata avanzata nell'ambito del processo con rito abbreviato che si sta celebrando dinanzi al gup del Tribunale Annachiara Mastrorilli. Nwajiobi è accusato di omicidio volontario, violenza sessuale, furto aggravato e false attestazioni sulla propria identità rese all'autorità giudiziaria.

In aula erano presenti i parenti della vittima, parte civile insieme all'associazione contro la violenza sulla donne "Giraffa".

Nwajiobi ha preso la parola per rendere dichiarazioni spontanee e ha chiesto scusa: "Non so cosa mi è successo quel giorno", ha detto.

Secondo quanto emereso dalle indagini della Squadra mobile della Questura, quel giorno il 22enne avrebbe scavalcato il cancello della villetta sorprendendo la donna, dopo aver a lungo atteso il momento più opportuno per agire appostato in giardino. Avrebbe avuto con sè un paio di forbici con le quali aggredì e colpì la donna, che prima di essere uccisa, secondo quanto accertato dagli esami medico-legali, subì violenza.

Il processo e' stato rinviato al prossimo 30 ottobre quando sono previste le discussioni di parti civili e difesa.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio di Torre a Mare, chiesto l'ergastolo per l'assassino di Caterina Susca

BariToday è in caricamento