Giovedì, 29 Luglio 2021
Cronaca Torre a Mare

Omicidio Caterina Susca a Torre a Mare, un sospettato trattenuto in Questura

L'uomo è stato interrogato ieri sera, e al momento è ancora trattenuto in Questura. Numerosi i testimoni sentiti nella notte. Caterina Susca potrebbe essere stata uccisa durante un tentativo di rapina, ma alcuni aspetti non convincono gli investigatori

Un delitto efferato, una donna uccisa - probabilmente strangolata - mentre rientrava a casa, forse, dicono gli investigatori, per un tentativo di rapina finito male. Ma le indagini per l'omicidio di Caterina Susca, la 60enne trovata morta ieri nella sua villetta alle porte di Torre a Mare, proseguono a tutto campo. In Questura le audizioni dei testimoni sono andate avanti per tutta la notte.

UN SOSPETTATO TRATTENUTO IN QUESTURA - Tra le persone ascoltate anche un uomo, formalmente sentito come testimone ma su cui ci sarebbero stati alcuni sospetti. L'uomo sarebbe stato rintracciato grazie ad una foto scattata da alcuni vicini di casa. Sono stati loro, ieri pomeriggio, a dare l'allarme alla polizia, scattando una foto in cui si vede un uomo allontanarsi dalla villetta. Nell'immagine, alcuni dettagli dell'abbigliamento dell'aggressore coinciderebbero con quelli della persona ascoltata. L'uomo al momento è ancora trattenuto in Questura, e gli investigatori stanno vagliando la sua posizione.  Fonti inquirenti fanno sapere che la pista che porta all'uomo è ''importante'', anche se finora non sono stati raccolti elementi sufficienti per poter operare un fermo. Per il momento,comunque, non ci sono stati fermi.

LE IPOTESI SULL'OMICIDIO - Per gli investigatori, l'ipotesi più accreditata è che la donna sia stata uccisa, probabilmente per strangolamento, durante un tentativo di rapina. A fianco del corpo è stata trovata la borsa, il portafogli c'era ma era vuoto. Nel pomeriggio di ieri, tuttavia, fonti investigative citate dall'Ansa avrebbero parlato di "un omicidio strano, perché la violenza sembra troppa per una rapina".

La porta di ingresso della villetta è stata trovata socchiusa, con le chiavi infilate nella serratura dall'esterno. Caterina Susca era sul pavimento dell'ingresso, con il volto riverso verso l'alto, la testa coperta una busta di plastica, i pantaloni semi abbassati, sul collo segni di strangolamento. Sulla testa, invece, al contrario di quanto si era appreso in un primo momento, non ci sarebbero segni evidenti di ferite. A fianco del corpo è stata trovata la borsa, il portafogli c'era ma era vuoto. In casa, a quanto si è appreso sinora, non c'erano particolari segni di colluttazione.

IL DOLORE DEL MARITO - "Non avrei mai immaginato di vedere questo spettacolo. Peggio di un film horror. Hanno ucciso una donna, ma hanno ucciso anche un uomo". Così il marito della vittima si sarebbe sfogato con alcuni parenti subito dopo la scoperta del corpo della moglie. "Posso capire un incidente, ma una cosa del genere... Non esiste una morte più balorda di questa. Che abbiamo fatto per meritare tutto il disastro che c'è? Una cosa assurda".  L'uomo fa l'assicuratore, e la coppia ha due figli.

*Ultimo aggiornamento ore 12.00

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio Caterina Susca a Torre a Mare, un sospettato trattenuto in Questura

BariToday è in caricamento