Domenica, 19 Settembre 2021
Cronaca Molfetta

Pregiudicato ucciso davanti a un bar di Molfetta, proseguono le indagini: movente estorsivo?

Corrado Parisi è stato freddato dal proprietario del locale, Sergio Farinola, costituitosi dai militari poche ore dopo il delitto. L'omicidio sarebbe avvenuto a seguito di presunte vessazioni subite dal titolare da parte della vittima

Proseguono le indagini per far luce sull'omicidio avvenuto ieri a Molfetta dove un pregiudicato, Corrado Parisi, è stato ucciso davanti al bar 'New Meeting' di via Capotorti. A sparargli, il titolare dell'attività, il 43enne Sergio Farinola, presentatosi spontaneamente, poco dopo il delitto, nella caserma dei Carabinieri, per assumersi le responsabilità del gesto. Gli inquirenti, in queste ore, si stanno concentrando sul movente dell'omicidio: secondo le prime ipotesi, vi sarebbero, come riporta La Gazzetta del Mezzogiorno, le minacce subite da Farinola da parte di Parisi. Quest'ultimo avrebbe preteso di riavere i soldi persi in precedenza alle macchinette. 

L'omicidio a 27 anni esatti di distanza dall'uccisione del sindaco

Il delitto, che ha turbato la città, si è verificato in una giornata particolare: il 7 luglio di 27 anni fa, infatti, veniva ucciso l'allora sindaco di Molfetta, Gianni Carnicella, freddato da un impresario a cui non volle concedere l'utilizzo di un impianto sportivo per un concerto. Nell'anniversario dei fatti del 1992, l'attuale primo cittadino, Tommaso Minervini, aveva preso parte, poche ore prima, a una commemorazione per ricordare Carnicella.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pregiudicato ucciso davanti a un bar di Molfetta, proseguono le indagini: movente estorsivo?

BariToday è in caricamento