menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Freddato mentre era in auto con la moglie: tre arresti a Bari per l'omicidio del nipote del boss Capriati

Il delitto il 21 novembre 2018 al quartiere Japigia. Domenico Capriati, 49 anni, fu raggiunto da tre proiettili mentre era in macchina, raggiunto mentre tentava di fuggire e nuovamente colpito

Tre persone sono state arrestate oggi a Bari per l'omicidio di Domenico Capriati, 49 anni, nipote del capoclan Antonio, ucciso nel quartiere Japigia il 21 novembre 2018. Le misure cautelari in carcere sono state eseguite dalla Polizia, al termine di un'indagine condotta dalla Squadra mobile di Bari e coordinata dalla Dda. -  I NOMI DEGLI ARRESTATI.

I DETTAGLI SULLE INDAGINI: L'OMICIDIO MATURATO ALL'INTERNO DEL CLAN

La sera del delitto, Capriati fu colpito da almeno tre proiettili mentre si trovava in auto con la moglie, nei pressi della loro abitazione. Uscito dall'auto cercò riparo nel portone di casa ma fu raggiunto e nuovamente colpito. Morì il giorno dopo in ospedale per le gravi ferite riportate.
   
I dettagli dell'indagine saranno resi noti in una conferenza stampa che si terrà in mattinata nel Centro polifunzionale della Polizia al quartiere San Paolo. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccini Covid, Lopalco: "Con limiti ad Astrazeneca dosi non utilizzabili per soggetti fragili, ecco perché somministrazioni ad altre categorie"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento