Sabato, 19 Giugno 2021
Cronaca

Omicidio Sifanno al San Paolo, sette arresti nei clan 'Montani-Misceo' e 'Telegrafo'

Blitz della polizia, in carcere i presunti responsabili dell'agguato. Sifanno, nipote del boss Mercante, fu ucciso un anno fa, crivellato di colpi di kalashnikov mentre a bordo della sua auto

Sette arresti nei clan alleati “Montani– Misceo” e “Telegrafo”: è in corso in queste ore un'operazione della polizia di Stato, che sta arrestando i presunti affiliati ai clan ritenuti responsabili dell’omicidio di Donato Sifanno, avvenuto il 15 febbraio 2014 al quartiere San Paolo.

I NOMI DEGLI ARRESTATI

Sifanno, nipote del boss Giuseppe Mercante, fu raggiunto da numerosi colpi calibro 7.62 esplosi da un kalashnikov AK 47, mentre era a bordo della sua autovettura.

IL VIDEO DEL BLITZ

In particolare, agenti della Squadra Mobile, coadiuvati da equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine, stanno eseguendo un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal GIP del Tribunale di Bari, su richiesta della locale D.D.A., nei confronti di sette persone, appartenenti ai citati gruppi criminali ritenute responsabili, in concorso tra loro, di omicidio aggravato dalla circostanza di cui all’art. 7 della legge 203/91, nonché dei reati di porto e detenzione di armi da sparo e ricettazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio Sifanno al San Paolo, sette arresti nei clan 'Montani-Misceo' e 'Telegrafo'

BariToday è in caricamento