Sabato, 24 Luglio 2021
Cronaca Carbonara

Nove anni dall'omicidio Marchitelli, Bari ricorda le vittime innocenti di mafia

Domani a Carbonara le iniziative per ricordare il 15enne ucciso per errore in un agguato la sera del 2 ottobre del 2003. Un'occasione per commemorare le vittime innocenti di mafia

Una manifestazione in memoria di Gaetano Marchitelli a Carbonara

Gaetano aveva 15 anni, andava a scuola e di sera lavorava come garzone in una pizzeria del suo quartiere, Carbonara. Era al lavoro anche quella sera del 2 ottobre 2003, quando rimase ucciso per errore in una sparatoria di mafia avvenuta proprio davanti al locale.

Una tragedia che Carbonara e l'intera città di Bari non dimenticano, e per domani 2 ottobre il Coordinamento Libera Bari organizza una serie di eventi tenere viva la memoria di Gaetano e di tutte le vittime innocenti di mafia. "L’obiettivo - spiegano in una nota gli organizzatori - è salvaguardare la memoria storica di quanto accaduto e  tramutare il ricordo in impegno, sostituendo la pura e semplice celebrazione con l’adozione di buone pratiche. Azione che si rende quanto mai necessaria ed impellente, visti i tempi difficili che la comunità barese sta vivendo".

IL PROGRAMMA - La prima iniziativa, alle 10, si svolgerà in Piazza Umberto I a Carbonara, il quartiere di Gaetano. Alla presenza della famiglia Marchitelli, delle autorità e degli altri familiari delle vittime di mafia, il Comune di Bari deporrà una corona di fiori nel luogo dell’assassinio. La seconda avrà come location l’auditorium della scuola “De Marinis”. Alle 20, ‘Gli Alchemici’  porteranno in scena lo spettacolo “Aut. Il sogno di Peppino”, dedicato alla vita e all’impegno di Peppino Impastato, ucciso a Cinisi il 9 maggio del 1978.

VITTIME INNOCENTI DI MAFIA - Le iniziative per ricordare Gaetano diventeranno dunque l'occasione per tenere vita la memoria di tutte le vittime innocenti di mafia. A Bari, la stessa tragica sorte di Gaetano era toccata prima a Michele Fazio, rimasto ucciso a 16 anni in una sparatoria tra clan a Bari vecchia, e dopo a Giuseppe Mizzi, il  39enne di Carbonara freddato a colpi di pistola per un tragico scambio di persona.

 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nove anni dall'omicidio Marchitelli, Bari ricorda le vittime innocenti di mafia

BariToday è in caricamento