Cronaca

Mafia georgiana a Bari, preso presunto capoclan: era ricercato dal 2013

Avtandil Tugushi è stato estradato dal Libano, dove era stato arrestato lo scorso 18 dicembre. Per gli investigatori sarebbe il reggente del clan Kutaisi a Bari. Era ricercato da giugno dell'anno scorso, quando la polizia barese sgominò un'organizzazione criminale transnazionale eseguendo 16 arresti

Associazione per delinquere ed estorsione: di queste accuse dovrà rispondere il cittadino georgiano Avtandil Tugushi, detto 'Avto', di 40 anni, al quale ieri gli agenti della Squadra mobile di Bari, in collaborazione con l’Interpol e gli agenti dello scalo di Fiumicino, hanno notificato un’ordinanza di custodia cautelare presso l'aeroporto di Fiumicino.

L’uomo è stato estradato dal Libano, dove era stato arrestato lo scorso 18 dicembre, ed è giunto ieri nello scalo romano.

Tugushi era ricercato dal giugno 2013, quando la polizia barese sgominò un’organizzazione criminale transnazionale eseguendo 15 arresti. L'operazione aveva preso avvio dalle indagini sull'omicidio del georgiano Revaz Tchuradze compiuto il 6 gennaio del 2012 a Bari in una faida tra due clan rivali.

I quattro responsabili di quell'omicidio, tutti georgiani, sono stati arrestati in Belgio, Portogallo, Lituania e Germania, grazie alle attività di indagine svolte in collaborazione con l'Interpol.

Per gli investigatori, Tugushi è il reggente del clan Kutaisi a Bari ed era insieme con Tchuradze quando fu ucciso. Successivamente abbandonò l’Italia per rifugiarsi in Turchia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mafia georgiana a Bari, preso presunto capoclan: era ricercato dal 2013

BariToday è in caricamento