rotate-mobile
Venerdì, 9 Dicembre 2022
Cronaca Bitritto

Giovane morto in strada a Bitritto, l'intera comunità sconvolta: "Episodio drammatico, due famiglie distrutte"

La comunità non ci sta a far passare il paese come un 'luogo pericoloso': "Siamo sorpresi e colpiti perché questo è un posto in cui la criminalità non imperversa come in altre realtà della provincia"

Sgomento e incredulità per i fatti che, ieri all'alba, hanno portato alla morte di un 27enne in una delle vie del centro di Bitritto. I residenti della zona ed i commercianti del posto commentano sconvolti l'episodio: secondo le prime ricostruzioni, il 31enne titolare di un bar posizionato in una via adiacente alla piazza centrale della piccola cittadina in provincia di Bari, Francesco Assunto, avrebbe avuto una colluttazione con un 27enne di Loseto, Giovanni Palazzotto, all'esterno del locale. La vittima si sarebbe presentata nel bar in uno stato visibilmente alterato: l'autopsia definirà le cause della morte e chiarirà l'eventuale assunzione di sostanze stupefacenti. Francesco Assunto è indagato per omicidio volontario: il suo avvocato, all'Ansa, ha affermato che il suo assistito "risponderà alle domande del gip e si dichiarerà innocente".

Le indagini degli inquirenti stanno cercando elementi per ricostruire i momenti drammatici che hanno portato alla morte del 27enne: la vittima pare avesse già fatto irruzione in un altro bar del paese, creando disordine. Francesco Assunto si sarebbe così opposto all'ingresso nel suo locale, allontanando Giovanni Palazzotto alla porta del suo esercizio commerciale. La colluttazione avrebbe permesso di bloccare l'intento del 27enne, subito dopo l'esercente avrebbe chiamato il 118 poichè avrebbe visto la vittima in stato di profonda alterazione. Sarà il medico legale a chiarire l'esatta dinamica degli eventi. In paese si riscontrano attestati di stima nei confronti di Assunto, ritenuto "un grande lavoratore, marito e padre esemplare di 3 figli"

La strada in cui si è consumato il drammatico episodio di cronaca, via Pietragallo, è in pieno centro cittadino. Francesco Assunto era conosciuto in zona per la sua attività, un bar posizionato ad angolo che è sempre stato punto di incontro per i residenti. "Non vivo a Bitritto, ma lavoro in questa via - commenta una dipendente di un negozio a pochi passi dal locale del 31enne -  L'episodio mi ha turbato molto, anche perché questa è una via molto tranquilla".

Il concetto è ribadito anche da un'altra commerciante: "Penso si sia trattato di una tragica fatalità. Non avendo visto nulla con i miei occhi, attendo di conoscere la verità dalle indagini. Di certo il bar non era mal frequentato, era un normale locale cittadino".  Palazzotto sarebbe stato visto altre volte nella zona ma per alcuni acquisti mantenendo, spiegano alcuni negozianti, "un comportamento pacato".

La comunità non ci sta a far passare il paese come un 'luogo pericoloso': "Siamo sorpresi e colpiti perché questo è un posto in cui la criminalità non imperversa come in altre realtà della provincia, anzi molti baresi decidono di trasferirsi a Bitritto proprio per vivere con maggiore serenità - sottolinea con piglio deciso, ma gentile, la dipendente di un esercizio commerciale di via Pietragallo - non siamo certo in luoghi ad 'alto rischio' come Scampia. Si vive una quotidianità molto tranquilla in questa cittadina". 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giovane morto in strada a Bitritto, l'intera comunità sconvolta: "Episodio drammatico, due famiglie distrutte"

BariToday è in caricamento