Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca

San Paolo, omicidio Giuseppe Petrone: due arresti, "movente passionale"

A quattro anni di distanza dall'agguato la Squadra Mobile ha bloccato i presunti autori. La vittima venne freddata con 3 colpi di pistola mentre si trovava in via Miglionico

Gli agenti della Squadra Mobile hanno eseguito, ieri, un'ordinanza di custodia cautelare nei confronti dei presunti autori dell'omicidio di Giuseppe Petrone, freddato con tre colpi di pistola, il 25 gennaio 2012, mentre si trovava nel quartiere San Paolo. Petrone, pregiudicato con piccoli precedenti per droga, venne raggiunto in via Miglionico e quindi ucciso con alcuni proiettili all'addome e alla testa.

In manette sono finiti Gaetano Capodiferro, 33 anni e Nicola Valentini, 32enne, ritenuti esponenti del clan 'Telegrafo-Montani' operativo proprio nel quartiere alla periferia del capoluogo. I due sono accusati di omicidio, porto e detenzione d'arma da fuoco. Il movente, secondo gli inquirenti, riguarderebbe questioni passionali e presunte avance della vittima nei confronti della compagna di Capodiferro. Le indagini non sono state semplici, anche per "l'atteggiamento omertoso" dell'ambiente

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Paolo, omicidio Giuseppe Petrone: due arresti, "movente passionale"

BariToday è in caricamento