Cronaca Murat / Via Scipione Crisanzio

Omicidio al Libertà, il giovane albanese forse ucciso per un rimprovero

Vanno avanti le indagini per far luce sull'uccisione del 25enne Flori Mesuti, avvenuta ieri sera nei pressi della chiesa del Redentore. Il giovane potrebbe essere stato ucciso per essere 'punito' del rimprovero fatto ad un ragazzino, dopo essere intervenuto per sedare una lite

La polizia sul luogo dell'agguato

Ucciso per essere intervenuto in una lite tra ragazzini del quartiere, rimproverando, forse colpendo con uno schiaffo, uno di loro. Potrebbe essere questo il movente dell'omicidio del 25enne albanese Flori Mesuti, freddato ieri a colpi di pistola in via Crisanzio.

In queste ore gli investigatori stanno cercando di far luce sull'accaduto, ascoltando alcuni testimoni, ed avrebbero anche eseguito alcune prove stub. Secondo la ricostruzione fatta finora, Mesuti, incensurato e regolarmente residente sul territorio nazionale, sarebbe intervenuto per sedare un litigio tra due gruppi di ragazzini, tra cui alcuni figli di pregiudicati della zona. Sarebbe scappato anche uno schiaffo, e il ragazzino colpito avrebbe chiamato in aiuto alcuni parenti.

Due le persone, armate di una pistola a tamburo, che, secondo gli investigatori, avrebbero raggiunto il 25enne, che nel frattempo si era allontanato in direzione di un bar nei pressi della chiesa del Redentore, in compagnia di una ragazza. Mesuti ha cercato di fuggire, ma è stato inseguito per alcuni metri, per poi accasciarsi al suolo nei pressi del mercato dell'ex Manifattura. Almeno tre i colpi sparati a distanza ravvicinata: uno quello mortale che ha colpito il giovane al torace, raggiungendo gli organi vitali. Trasportato in gravissime condizioni al Policlinico, il ragazzo è morto poco dopo il ricovero. La prossima settimana sarà affidato l'incarico per l'autopsia, i cui risultati forniranno ulteriori elementi utili alle indagini.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio al Libertà, il giovane albanese forse ucciso per un rimprovero

BariToday è in caricamento