Cronaca

Omicidio Mario Albergo a Gravina, indagini a tutto campo: si scava nella vita della vittima

Ascoltati familiari e amici del 43enne. Al vaglio degli investigatori le immagini registrate dalle telecamere di sorveglianza della zona, che potrebbero fornire indizi utili alle indagini

Proseguono serrate le indagini per cercare di fare luce sull'omicidio del 43enne sorvegliato speciale Mario Albergo, freddato a colpi di pistola davanti al garage della sua abitazione di Gravina in Puglia la sera del 12 novembre.

Nella giornata di ieri i carabinieri hanno ascoltato parenti e conoscenti della vittima, ma indizi utili alle indagini potranno venire soprattutto dall'analisi delle immagini registrate dalle telecamere di sorveglianza di alcuni negozi della zona, al vaglio degli investigatori in queste ore.

Nel frattempo si sta cercando anche di stabilire, in base al numero dei proiettili esplosi, il numero delle bocche di fuoco e quindi delle persone che potrebbero aver partecipato all'omicidio.


Albergo lavorava come camionista. Aveva precedenti penali per droga e risulta tra i destinatari di un'ordinanza di custodia cautelare in carcere in una maxi-operazione con 131 arrestati condotta dai carabinieri nel 2002 e denominata "Il canto del cigno" che sgomino' i sodalizi operanti sul territorio della Murgia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio Mario Albergo a Gravina, indagini a tutto campo: si scava nella vita della vittima

BariToday è in caricamento