Venerdì, 30 Luglio 2021
Cronaca

Omicidio Mario Rizzo a Rutigliano, proseguono le indagini

Investigatori al lavoro per cercare di identificare i killer che ieri pomeriggio hanno fatto fuoco davanti a un bar uccidendo il 45enne. Negli anni '90 Rizzo era stato collaboratore di giustizia

Gli investigatori indagano a tutto campo per cercare di fare chiarezza sull'omicidio del 45enne Mario Rizzo, avvenuto ieri pomeriggio davanti a un bar in pieno centro a Rutigliano.

LE INDAGINI - Per il momento non si esclude nessuna pista: la vittima potrebbe essere stata uccisa per un regolamento di conti legato alle attività criminali nella zona, oppure per vicende relative alla sua vita privata. Secondo le prime testimonianze raccolte dagli investigatori subito dopo l'omicidio, a fare fuoco sarebbero state due persone con il volto coperto da caschi, giunte a bordo di una moto di grossa cilindrata.

IL PASSATO DELLA VITTIMA - Nel '90 Rizzo, vicino al clan 'La Rosa', decise di collaborare con la giustizia e fece arrestare il fratello maggiore, Antonio Rizzo che giurò vendetta. Un mese fa Mario Rizzo era uscito dal carcere dopo essere stato coinvolto in una sparatoria avvenuta il 27 aprile scorso in piazza XX Settembre, a Rutigliano, dove ebbe un botta e risposta a colpi di pistola, per regolare vecchi dissidi, con Domenico Giuliano, di 42 anni. Mario Rizzo raggiunse in strada Domenico Giuliano, e sparò alcuni colpi senza colpirlo. Immediata fu la reazione di Giuliano che rispose al fuoco non riuscendo a sua volta a colpire l'aggressore. I due vennero entrambi arrestati dai carabinieri per tentato omicidio e detenzione e porto abusivo di arma da fuoco.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio Mario Rizzo a Rutigliano, proseguono le indagini

BariToday è in caricamento