rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Cronaca Japigia / Via Giuseppe Prezzolini

Omicidio Nicola De Santis, ritrovata bruciata l'auto utilizzata per l'agguato

Proseguono le indagini della Polizia sul delitto di ieri a Japigia. Rinvenuta un'Alfa 147 nelle campagne di Casamassima. Gli inquirenti hanno anche recuperato due armi sulla scena del crimine

E' stata ritrovata bruciata, nelle campagne di Casamassima, un'Alfa 147 utilizzata, secondo gli inquirenti, per compiere l'agguato che ieri sera, nel quartiere Japigia di Bari, ha portato alla morte di Nicola De Santis, pregiudicato 29enne freddato con diversi colpi a pochi passi dal Polivalente. Il delitto è al vaglio della Squadra Mobile: una pattuglia delle Volanti, impegnata in controlli nella zona, aveva udito una raffica di mitra raggiungendo via Archimede, dove sarebbe cominciato l'agguato. Gli agenti avevano notato la moto di De Santis e l'auto usata dai sicari. La vittima si è rifugiata in alcuni giardinetti vicini al liceo scientifico Salvemini di via Prezzolini. De Santis, vedendo gli agenti, si è avvicinato verso di loro ma è caduto per terra. Soccorso dal 118 e trasportato al Policlinico, è deceduto poco dopo.

Gli investigatori hanno quindi ritrovato due armi, una pistola calibro 9 con matricola cancellata e di marca slava, con 14 proiettili nel caricatore e 1 in canna, secondo gli inquirenti appartenuta a De Santis. Ritrovato anche un'arma calibro 7.62, presumibilmente un Kalashnikov. Si indaga per ricostruire il movente del delitto.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio Nicola De Santis, ritrovata bruciata l'auto utilizzata per l'agguato

BariToday è in caricamento