Cronaca

Duplice omicidio a Grumo, si segue la pista del traffico di droga

Gli investigatori che indagano sul duplice omicidio avvenuto ieri pomeriggio in piazza Libertà ipotizzano un regolamento di conti legato al traffico e allo spaccio di droga della zona. Interrogate almeno venti persone

Forse un regolamento di conti tra clan rivali per il controllo dello spaccio di droga nella zona. E' questa la pista più accreditata dagli investigatori che indagano sul duplice omicidio avvenuto ieri pomeriggio nella piazza principale di Grumo Appula.

L'AGGUATO - Secondo una prima ricostruzione, le due vittime, Giuseppe Paolantonio, di 24 anni, e Francesco Novelli, di 38 anni, entrambi con precedenti penali, sarebbero state avvicinate da due sicari a bordo di un'auto. Poi uno dei due killer sarebbe sceso e avrebbe esploso nove colpi di pistola, Grumo Appula, omicidio in piazza Libertà: uccisi Giuseppe Paolantonio e Francesco Novelli
colpendo Paoloantonio alla testa e Novelli al torace.

Potrebbe interessarti: https://www.baritoday.it/cronaca/omicidio-grumo-21-gennaio-2012.html
Seguici su Facebook: https://www.facebook.com/pages/BariToday/211622545530190
Quest'ultimo era ancora in vita all'arrivo delle due ambulanze del 118, ma è spirato poco dopo.

LE INDAGINI - Nel tentativo di fare chiarezza sul duplice omicidio e cercare di individuare i sicari, i carabinieri hanno ascoltato finora una ventina di persone tra parenti e amici delle vittime, ma nessuno avrebbe fornito indizi utili alle indagini. Secondo gli investigatori le modalità dell'agguato sono quelle di un'esecuzione mafiosa, ipotesi rafforzata dal fatto che i due sarebbe stati vicini al clan Zonno che controlla le attività criminali nella zona. Fino a questo momento però, anche da parte dei cittadini e delle persone interrogate, gli investigatori avrebbero registrato una certa reticenza a collaborare.

IL COMITATO PER LA SICUREZZA - Intanto il sindaco di Grumo Appula, Michele D'Atri, ha annunciato per domani mattina una riunione straordinaria del comitato tecnico per l'ordine e la pubblica sicurezza, alla quale parteciperanno il prefetto di Bari, Mario Tafaro e il comandante provinciale dei carabinieri, Aldo Iacobelli. Il primo cittadino ha annunciato che chiederà al prefetto un rafforzamento delle misure di sicurezza e una maggiore presenza delle forze dell'ordine sul territorio affinchè la cittadina non diventi "ostaggio" della criminalità.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Duplice omicidio a Grumo, si segue la pista del traffico di droga

BariToday è in caricamento