rotate-mobile
Cronaca

Omicidio Rosa Maria Radicci, il figlio: "Mai avuto sospetti sul mio ex dipendente"

Ogert Laska, il 29enne fermato dalla polizia per il delitto, aveva lavorato nella pizzeria del figlio della vittima: secondo gli investigatori avrebbe agito per vendetta, dopo essere stato licenziato

"Quello che è successo è incredibile, impossibile". Domenico Minafra, figlio di Rosa Maria Radicci, la donna uccisa il 13 novembre scorso nella sua villetta di Palese,  commenta così l'arresto di un ex dipendente della sua pizzeria, il 29enne albanese Ogert Laska, che secondo la polizia sarebbe il responsabile dell'omicidio.

Stando a quanto ricostruito dagli investigatori, Laska avrebbe agito proprio per una 'vendetta trasversale' nei confronti del figlio della vittima, che ad agosto scorso lo aveva licenziato dal proprio locale.

Parlando con i giornalisti, Minafra ha spiegato che il rapporto di lavoro era stato interrotto perchè diversi clienti avevano lamentato "comportamenti strafottenti" da parte del 29enne, con il quale tuttavia - ha riferito l'uomo - non ci sarebbero mai state discussioni violente. Laska, ha detto ancora, gli era stato presentato da un suo cognato, anch'egli collaboratore del ristorante.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio Rosa Maria Radicci, il figlio: "Mai avuto sospetti sul mio ex dipendente"

BariToday è in caricamento