Giovedì, 21 Ottobre 2021
Cronaca

Omicidio Radicci a Palese, 29enne albanese a processo con il rito abbreviato

Ogert Laska è stato filmato dalla telecamere di sorveglianza mentre raggiungeva la villa della pittrice, uccisa il 13 novembre del 2016

Rito abbreviato: è questa la formula con cui sarà processato il presunto assassino delle 71enne Rosa Maria Radicci, uccisa nella sua villa a Palese il 13 novembre del 2016. Al banco degli imputati siede il 29enne Ogert Laska, che le telecamere di sorveglianza filmarono mentre raggiungeva in bici l'abitazione della pittrice.

Palese, pittrice 71enne trovata morta in casa

Particolare che gli inquirenti hanno utilizzato per accusare il giovane, da poco licenziato dalla pizzeria del figlio della Radicci, in cui lavorava come lavapiatti. Motivo che, per l'accusa, potrebbe aver spinto il 29enne ad uccidere la madre del suo datore di lavoro, lasciando poi il cadavere con la testa incappucciata, esattamente come è stato poi ritrovato. 

Durante gli interrogatori Laska ha però sempre negato qualsiasi implicazione nell'omicidio. Le indagini della squadra mobile sono state coordinate dal pm Luciana Silvestris che nei mesi scorsi ha chiesto per il 29enne il giudizio immediato per omicidio volontario premeditato. L'imputato ha scelto il rito alternativo chiedendo però che il giudice disponga nuove perizie tecniche medico-legali e psichiatriche. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio Radicci a Palese, 29enne albanese a processo con il rito abbreviato

BariToday è in caricamento