Cronaca

Udienza omicidio Radicci, urla contro l'imputato: figlio allontanato dall'aula

Il processo vede imputato Ogert Laska per l'uccisione della 71enne, trovata morta nella sua villa il 13 novembre del 2016. Il figlio della vittima espulso dopo aver urlato: "Assassino"

"Assassino". Sì è aperto con questo appellativo, urlato in Aula dal figlio di Rosa Maria Radicci, l'udienza in Corte di Assise a Bari per l'omicidio della 71enne, prima strangolata e poi incappucciata con una busta della spazzatura nella sua villetta a Palese il 13 novembre del 2016. Domenico Minafra è stato poi espulso per l''insulto urlato a Ogert Laska, imputato per l'assassinio della donna. Poco dopo in cella la moglie dell'ex dipendente della pizzeria di Minafra ha chiesto, con le lacrime agli occhi, al marito di "raccontare la verità".

VIDEO | Gli spostamenti del presunto assassino

La donna ha poi testimoniato che, rispondendo alle domande di accusa e difesa, ha ricostruito quanto avvenuto il giorno dell'omicidio e quello successivo. Suo marito il 14 novembre lasciò Bari all'improvviso per tornare in Albania perché "aveva combinato qualcosa" riferisce la moglie.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Udienza omicidio Radicci, urla contro l'imputato: figlio allontanato dall'aula

BariToday è in caricamento