rotate-mobile
Giovedì, 9 Dicembre 2021
Cronaca

Omicidio Sciannimanico, disposta perizia psichiatrica per Perilli

L'esame chiesto dalla difesa del 47enne, in carcere con l'accusa di essere il mandante dell'omicidio dell'ex collega, il giovane agente immobiliare Beppe Sciannimanico

Sarà sottoposto ad una perizia psichiatrica Roberto Perilli, il 47enne agente immobiliare barese in carcere da novembre con l'accusa di essere il mandante dell'omicidio dell'ex collega, il giovane Beppe Sciannimanico. L'accertamento, chiesto dalla difesa di Perilli, sarà eseguito nell’ambito di un incidente probatorio e servirà a stabilire se il 47enne fosse capace di intendere e volere al momento del delitto.

In carcere per l'uccisione di Sciannimanico si trova anche il pregiudicato Luigi Di Gioia, secondo gli investigatori esecutore materiale del delitto. Stando alla ricostruzione degli investigatori, infatti, quel pomeriggio del 26 ottobre Perilli e Di Gioia sarebbero arrivati insieme, a bordo dell'auto di Perilli, nel luogo in cui avevano fissato l'incontro con Sciannimanico, attirato in trappola con un finto appuntamento di lavoro. E proprio la gelosia professionale sarebbe stata il movente dell'omicidio. La vittima, infatti, stava per aprire una sua agenzia al quartiere Japigia, a pochi passi distanza da quella di Perilli, che avrebbe quindi temuto di essere danneggiato negli affari dalla presenza del rivale.
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio Sciannimanico, disposta perizia psichiatrica per Perilli

BariToday è in caricamento