Omicidio Sciannimanico, la Procura chiede l'ergastolo per l'ex collega imputato

Roberto Perilli è accusato dell'omicidio premeditato del giovane Giuseppe Sciannimanico, ucciso a Japigia il 26 ottobre 2015. Nel processo sono costituiti parti civili genitori, fratello e fidanzata della vittima

Roberto Perilli va condannato all'ergastolo: è questa la richiesta avanzata dalla Procura di Bari per l'agente immobiliare, a processo  dinanzi alla Corte di Assise di Bari per l'omicidio premeditato di Giuseppe Sciannimanico, l'ex collega ucciso a Japigia la sera del 26 ottobre 2015. A Perilli il pm Francesco Bretone, che ha coordinato le indagini, contesta l'omicidio volontario con l'aggravante della premeditazione.

Secondo le indagini della Squadra mobile, Perilli avrebbe agito per eliminare un 'concorrente' scomodo, quel giovane collega che stava aprendo un'agenzia a poca distanza dalla sua, e che avrebbe potuto compromettere i suoi affari. Per questo Perilli - secondo l'accusa - avrebbe ordinato l'omicidio al pregiudicato Luigi Di Gioia, già condannato a 30 anni come esecutore materiale del delitto.

Nel processo sono costituiti parti civili i genitori, il fratello e la fidanzata della vittima - rappresentati dagli avvocati Luca Colaiacomo, Francesco Paolo Ranieri e Nicola Quaranta - che hanno chiesto provvisionali immediatamente esecutive tra i 100mila e i 150mila euro ciascuno. Il 19 marzo si terrà la prossima udienza, in cui discuteranno i legali di Perilli, gli avvocati Massimo Roberto Chiusolo e Rosita Petrelli. La sentenza dovrebbe arrivare il 29 marzo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Verso il Dpcm del 3 dicembre, tra ipotesi di nuove restrizioni e deroghe per i ricongiungimenti familiari

  • Dagli spostamenti tra regioni ai cenoni (vietati), il nuovo Dpcm e le misure al vaglio per Natale

  • Scontro tra auto e bici sulla Statale 16 a Torre a Mare: muore ciclista 31enne

  • Tragico incidente sulla statale 16 a Bari: impatto tra auto e camion, muore donna

  • Investe ciclista sulla ss16 e fugge, arrestata pirata della strada: positiva all'alcol test

  • "Puntiamo alla zona gialla". Decaro: "Con misure meno restrittive per un Natale più sereno"

Torna su
BariToday è in caricamento