Cronaca

Omicidio Trifone Ragone, al via il processo a Udine

Nel procedimento per il delitto del militare originario di Adelfia e della sua fidanzata è imputato il commilitone Giosuè Ruotolo

Ha preso il via questa mattina, in Corte d'Assise a Udine, il processo per il duplice omicidio di Trifone Ragone e Teresa Costanza, i fidanzati uccisi a Pordenone nel marzo 2015.

Nel procedimento è imputato il 27enne campano Giosuè Ruotolo, ex commilitone di Trifone Ragone, sottufficiale dell'esercito originario di Adelfia. Ruotolo è in aula. Presenti anche i genitori di Teresa Costanza e il fratello di Trifone Ragone, Gianni.

Secondo quanto sostenuto in una dichiarazione all'Ansa dall'avvocato Nicodemo Gentile, che rappresenta Gianni Ragone,  "la posizione di Ruotolo si aggrava. A seguito di una complessa attività di indagine integrativa degli investigatori - ha spiegato - nuovi e pesantissimi indizi schiacciano alla sua responsabilità il militare in carcere a Belluno. Si ha ormai la certezza che i messaggi 'molesti' verso Teresa siano stati inviati da postazioni appartenenti alla caserma dove lavorava Giosuè che, nei giorni in cui sono stati inviati, era al lavoro".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio Trifone Ragone, al via il processo a Udine

BariToday è in caricamento