Cronaca

Medicinali e dispositivi medici rubati dall'Oncologico, scattano le perquisizioni: 3 dipendenti tra i cinque indagati

L'inchiesta è stata avviata un anno fa a seguito di alcune segnalazioni giunte in Procura anche dalla struttura ospedaliera. A coordinare le indagini è il procuratore aggiunto Alessio Coccioli con il sostituto Ignazio Abbadessa

Almeno cinque persone sono indagate dalla Procura di Bari, a vario titolo, per diversi episodi di furto di medicinali e altri dispositivi medici nell'Istituto Tumori 'Giovanni Paolo Ii' di Bari. Stamane sono state eseguite, dalla sezione di pg della Polizia, perquisizioni nell'opsedale e in casa degli indagati, tre dei quali sarebbero dipendenti dell'ospedale.

L'inchiesta è stata avviata un anno fa a seguito di alcune segnalazioni giunte in Procura anche dalla struttura ospedaliera. A coordinare le indagini è il procuratore aggiunto Alessio Coccioli con il sostituto Ignazio Abbadessa. Le ispezioni hanno consentito di scoprire e sequestrare "ingenti quantitativi di medicinali e dispositivi medici-chirurgici" nelle disponibilità degli indagati.

Per gli investigatori, questi avrebbero sottratto farmaci e attrezzature all'ospedale per utilizzarle fuori dalla struttura, ipotizzando prelievi o altro tipo di assistenza sanitaria ad opera di infermieri. Il numero degli indagati, apprende l?Ansa da fonti investigative, potrebbe crescere nelle prossime ore. In corso ulteriori accertamenti sul coinvolgimento di altri soggetti interni ed esterni alla pianta organica dell'Irccs barese

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Medicinali e dispositivi medici rubati dall'Oncologico, scattano le perquisizioni: 3 dipendenti tra i cinque indagati

BariToday è in caricamento