"Una trottola in cambio di una pistola giocattolo", al Redentore si combatte la violenza sin da piccoli

L'iniziativa di don Francesco Preite, da anni attivo nel quartiere Libertà per togliere i ragazzi dalla strada. L'iniziativa si intitolata "DisarmiAMO la città"

Combattere l'idea di violenza sin da piccoli, sostituendo le armi giocattolo con una - meno pericolosa - trottola. L'idea è di don Francesco Preite, direttore dell'Opera del Redentore Salesiani Bari, che ha lanciato l'iniziativa "DisarmiAMO la città". Fino a domani i ragazzi potranno consegnare nell'oratorio del rione Libertà le riproduzioni di armi e ricevere in cambio un 'fidget spinner', l'ultima tipologia di trottola che tanto di moda va ora tra i giovani. 

L'ultimo giorno dell'iniziativa i ragazzi potranno anche accompagnare il parroco per le vie della città durante la "Marcia della legalità", che partirà da piazza Aldo Moro e giungerà davanti all'oratorio, con la partecipazione degli studenti delle scuole locali. Giunti nella struttura - gestita dai Salesiani -, ci sarà la premiazione del Maggio Oratoriano e la simulazione di un sequestro delle armi giocatolo da parte delle autorità competenti. Per questo motivo è prevista la partecipazione di rappresentanti della magistratura.  

"Questo è uno dei modi - ha spiegano don Francesco Preite - per diffondere una cultura di pace. Vogliamo così invitare la cittadinanza a mettere al bando la violenza".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Verso il Dpcm del 3 dicembre, tra ipotesi di nuove restrizioni e deroghe per i ricongiungimenti familiari

  • La Puglia 'promossa' da domenica? Dati Covid in miglioramento, si va verso la zona gialla

  • Scontro tra auto e bici sulla Statale 16 a Torre a Mare: muore ciclista 31enne

  • Tragico incidente sulla statale 16 a Bari: impatto tra auto e camion, muore donna

  • Investe ciclista sulla ss16 e fugge, arrestata pirata della strada: positiva all'alcol test

  • "Puntiamo alla zona gialla". Decaro: "Con misure meno restrittive per un Natale più sereno"

Torna su
BariToday è in caricamento