Sì agli spostamenti tra comuni per la raccolta di prodotti spontanei della terra: la Regione firma l'ordinanza

Sarà permesso solo a coloro che sono "in possesso di apposito permesso nominativo o tesserino di idoneità regionale" si legge nell'ordinanza emanata oggi dal presidente Emiliano

Via libera nella Fase 2 agli spostamenti da comune a comune per la raccolta di prodotti spontanei della terra in Puglia. A consentirlo è l'ordinanza emanata oggi dal presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano: con efficacia immediata, quindi, "chi è in possesso di apposito permesso nominativo o tesserino di idoneità regionale - si legge - è consentito lo spostamento nell’ambito del territorio della Regione Puglia, per la ricerca e la raccolta di prodotti spontanei della terra (piante non legnose, frutti, funghi epigei e tartufi)".

Unica condizione è che l’attività di ricerca e raccolta si svolga nel rispetto delle norme sul distanziamento sociale e comunque di tutte le norme di sicurezza relative al contenimento del contagio da Covid-19 nonché secondo le modalità previste dalle leggi vigenti per ciascuna categoria di prodotti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia resta 'zona arancione', la decisione del ministro Speranza: misure confermate

  • Dagli spostamenti tra regioni ai cenoni (vietati), il nuovo Dpcm e le misure al vaglio per Natale

  • Muore a 53 anni l'avvocata Antonella Buompastore, ex proprietaria del Kursaal Santa Lucia

  • Asfalto viscido per la pioggia, auto si ribalta e finisce fuori strada: muore 19enne

  • Marito e moglie affetti da covid morti a distanza di 4 giorni, Bitonto in lutto

  • Bari, smantellato traffico internazionale di droga: 15 arresti, sequestri di beni per 3,5 milioni

Torna su
BariToday è in caricamento