menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

A pieno regine l'ospedale di Putignano dopo la fase covid: già eseguiti 76 interventi chirurgici

L'ingresso in Pronto Soccorso prevede un'area pre-triage per i casi sospetti Covid. In ospedale un  operatore sanitario sottopone a controllo della temperatura chiunque entri così come per l'accesso egli ambulatori o nei reparti di degenza

Ben settantasei interventi chirurgici in una settimana, l’attività di ricovero e ambulatoriale praticamente a regime: è ripartito dopo la fase covid l'ospedale  “Santa Maria degli Angeli” di Putignano, da lunedì scorso è tornato sostanzialmente alla normalità in tutte le unità operative, tra cui Chirurgia Generale, Cardiologia, Oculistica, Radiologia, Pneumologia, Geriatria, Medicina (con posti letto di Nefrologia), Dialisi, più gli ambulatori di Pediatria e Ginecologia e il Servizio Psichiatrico di Diagnosi e Cura. L’ultima ad essere completamente riattivata è l’Ortopedia, che ha ripreso dal 10 giugno con le emergenze-urgenze e riprenderà ricoveri ed interventi programmati da lunedì 15 giugno.

"Ripartenza sì ma in totale sicurezza - ha affermato  il direttore medico, Saverio Tateo - visto che è stato necessario rivedere e adeguare i percorsi di accesso, le procedure e anche gli spazi negli ambulatori, così come i tempi per visite ed esami, nelle unità operative, nei vari servizi e nel laboratorio analisi. Non è stato semplice perché abbiamo dovuto ripensare l’organizzazione sanitaria, mettendo mano ad ogni singola attività alla luce delle misure di sanificazione, distanziamento e sicurezza da applicare".

L'ingresso in Pronto Soccorso prevede un'area pre-triage per i casi sospetti Covid. In ospedale un  operatore sanitario sottopone a controllo della temperatura chiunque entri così come per l'accesso egli ambulatori o nei reparti di degenza, dove gli utenti trovano la segnaletica specifica che li guida all’interno di ogni percorso, accompagnati dai ripetuti inviti a igienizzare le mani, a usare mascherine e guanti, dai segnaposto per terra e sulle sedute delle sale d’aspetto. Anche la fase di pre-ricovero è stata rivista in base alle nuove misure di sicurezza. Quindi tampone preventivo per tutti i pazienti in ogni reparto, dove sono state allestite apposite stanze d’isolamento “grigie”, e, all’esito negativo, entro 24-48 ore il richiamo per effettuare gli esami di routine (analisi ematochimiche, rx torace e visite specialistiche) e il successivo ricovero in elezione oppure per eseguire day-service.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento